Le Vie del Cinema 2019 a Milano

Dal 18 al 26 settembre i film della Mostra di Venezia, del Locarno Film Festival e altre anteprime di cinema d’ autore a cura di Agis Lombarda e Comune di Milano

0

13 cinema coinvolti e 9 giorni di programmazione

Con l’arrivo del mese di settembre e l’avvio della nuova stagione cinematografica torna Le Vie del Cinema, la manifestazione che propone per il mese di settembre trentotto titoli, in anteprima assoluta e in versione originale sottotitolata, ospitati da tredici sale cittadine per una maratona di nove giorni dedicata al cinema d’autore. Da mercoledì 18, l’iniziativa entra nel vivo con autori affermati, registi esordienti e film che affrontano i temi del nostro tempo, dalla riflessione sull’universo femminile alle questioni politiche più scottanti. Di grande attualità i lavori di Robert Guédiguian (Coppa Volpi miglior attrice ad Ariane Ascaride), Costa-Gavras, Ahmad Ghossein (Gran Premio della Settimana Internazionale della Critica) e Yonfan (Premio per la miglior sceneggiatura). In Gloria Mundi Robert Guédiguian, con Ariane Ascaride e i fedelissimi Jean-Pierre Darroussin e Gérard Meylan, tratta come sempre i temi di denuncia e lotta a lui più cari, questa volta attraverso lo spaccato sociale di una famiglia che si fa paradigma dei guasti del neocapitalismo. Seguirà Adults in the Room, tratto dal libro dell’ex ministro dell’economia Yanis Varoufakis, con cui Costa-Gavras ripercorre i giorni tragici della trattativa con l’Eurogruppo e la conseguente crisi finanziaria e sociale greca. Scenari di guerra sono invece al centro di All This Victory (Jeedar el sot) di Ahmad Ghossein, ambientato in Libano nel 2006 durante il conflitto tra Hezbollah e Israele, mentre in No. 7 Cherry Lane (Ji Yuan Tai Qi Hao) il regista cino-hongkonghese Yonfan usa il linguaggio del cinema d’animazione per tratteggiare una storia d’amore disperato sullo sfondo delle rivolte anticolonialiste del 1967 che non possono non rimandare alle proteste di questi ultimi mesi nelle strade di Hong Kong. Particolarmente sfaccettata è la rappresentazione del femminile presente tra le tante proposte del festival: Pablo Larraín con il suo Ema mette in scena una donna fuori dagli schemi, cui dà corpo e voce la sorprendente Mariana Di Girolamo affiancata da Gael García Bernal, qui alla sua terza collaborazione con il regista cileno. Ad arricchire la nutrita presenza femminile della manifestazione, troviamo anche la splendida Gong Li, donna misteriosa nella spy story Saturday Fiction (Lan Xin Da Ju Yuan) del regista cinese Ye Lou, e la giovane rivelazione Eliza Scanlen, protagonista con Toby Wallace di Babyteeth, opera prima della filmmaker australiana Shannon Murphy, oltre al caleidoscopio di volti ritratti in Woman di Yann Arthus-Bertrand e Anastasia Mikova, duemila donne contro ogni discriminazione. Tra gli altri titoli in cartellone, Il Sindaco del Rione Sanità di Mario Martone, La llorona di Jayro Bustamante (Miglior film Giornate degli Autori) e la versione restaurata di Goodbye, Dragon Inn (Bu San) di Tsai Ming-Liang. Pre-apertura – e ideale raccordo con Le Vie del cinema. Anteprime da Cannes del giugno scorso – martedì 17 settembre alle 20.30 all’Orfeo Multisala con Once Upon a Time in… Hollywood di Quentin Tarantino.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome