Burning. L’amore brucia

Un ragazzo povero, una ragazza fragile, un ragazzo ricco. La Corea oggi

0

Burning. L’amore brucia
di Chang-dong Lee con Yoo Ah-In, Steven Yeun, Jong-seo Jun, Joong-ok Lee, Soo-Kyung Kim, Seungho Choi

Voto enigmatico

Enigmatico, da un racconto di Haruki Murakami.  Jong-su vuol fare lo scrittore. Per ora vive poveramente in città. Ritrova davanti a un ipermercato la dolce, bella e lunatica Hae-mi, che forse, al paese, quando lui la trovava brutta, l’amava da lontano. Ora Hae-mi  parte per l’Africa dopo aver affidato a Jong-su la cura di un animale che non si vede mai in un piccolo appartamento, ma quando torna in apparenza sta col ricco Ben, che gira con una Porsche e abita in una specie di condominio/fortezza. Ben è sprezzante, paternalista, cinico e ambiguo. E fa strani discorsi sul piacere di bruciare le serre spontanee che invadono la Corea. Elementi di un’educazione sentimentale confusa, a volte onirica. Forse metafora di una Corea dove i ricchi giocano con i bisogni dei poveri. Il che porterà a un epilogo controverso. Anche l’andamento del film è strano, a volte ipnotico e vuoto, a volte  stranamente ricco di elementi, a strappi tra le prese di coscienza e i disamori delle tre punte del triangolo.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome