Polverizzati oltre 300 mila biglietti per il Tour negli stadi di Ultimo

1
Ultimo
@Renata Roattino

In poco più di due mesi dall’apertura delle prevendite per il tour di Ultimo negli stadi in programma nell’estate del 2020 sono già oltre 320 mila i tagliandi staccati per le quattordici date in giro per l’Italia.

I biglietti non fanno in tempo ad essere in vendita che subito vengono polverizzati in pochi secondi, con la piattaforma di Ticketone che non riesce a star dietro alle numerosissime richieste dei fan del cantautore romano. Il tour ha già registrato il sold out a Firenze (6 giugno), Napoli (13 giugno) e Milano (19 giugno), motivo per cui sono state aggiunte altre date negli stessi stadi.

La tournée negli stadi sosterrà un progetto di UNICEF in Mali contro la malnutrizione e a sostegno di vaccinazioni, impianti idrici e servizi igienico sanitari.

IL CALENDARIO DELLE DATE

29 maggio 2020 – Bibione – Stadio Comunale
3 giugno 2020  – Torino – Stadio Comunale
6 giugno 2020 – Firenze – Stadio Artemio Franchi (SOLD OUT)
7 giugno 2020 – Firenze – Stadio Artemio Franchi
13 giugno 2020 – Napoli – Stadio San Paolo (SOLD OUT)
14 giugno 2020 – Napoli – Stadio San Paolo
18 giugno 2020 – Milano – Stadio San Siro
19 giugno 2020 – Milano – Stadio San Siro (SOLD OUT)
26 giugno 2020 – Modena – Stadio Alberto Braglia
30 giugno 2020 – Ancona – Stadio del Conero
4 luglio 2020 – Pescara – Stadio Adriatico
11 luglio 2020 – Bari –Stadio San Nicola
15 luglio 2020 – Messina -Stadio San Filippo
19 luglio 2020 – Roma – Circo Massimo

Una corsa inarrestabile verso nuovi sold out, per certi versi difficile da capire vista anche la giovanissima età del cantautore, che ha davanti a sé ancora tanti anni di carriera per tagliare traguardi importanti. Basti pensare che esistono grandi artisti del panorama musicale italiano che ancora, dopo tanti anni di carriera, non hanno mai suonato, per esempio, al Circo Massimo, dove si terrà la conclusione di questo tour e che pare tutto esaurito già nove mesi prima del concerto. Il tour negli stadi annunciato prima ancora di suonare all’Olimpico, quasi a sminuire un traguardo senza paragoni: è stato il più giovane artista italiano ad esibirsi davanti allo stadio tutto esaurito. Questo continuo rimarcare i numeri, le gradi cifre, che a lungo andare stanca. La sensazione è davvero quella di “battere il ferro finché è caldo” senza un minimo di prospettiva. E bisogna ammettere che dispiace, perché si da il caso che chi scrive sia fan di Ultimo e non poco.  Questo non significa che non sia felice dei risultati che giorno dopo giorno Niccolò sta mettendo in fila ma la sensazione resta.

E un po’ di amaro in bocca anche.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Cristina Scarasciullo
22 anni e una grande passione per la musica, in particolare per quella italiana. Scrivere è sempre stata una necessità fin da piccolissima, così dopo la maturità scientifica ha scelto di proseguire gli studi nell'ambito della comunicazione, per coltivare il sogno di diventare giornalista. Oltre alla musica ama lo sport, il cinema e i viaggi.

1 COMMENTO

  1. Purtroppo chi conosce Niccolò sa di questa sua voglia che ha di riscattarsi… La sua voglia di puntare in alto… nel suo testo la “stazione dei ricordi” lo afferma che la sua carriera potrebbe finire anche domani “POTREI PAGARE UN CONTO FRA CENT’ANNI O FORSE ANCHE DOMANI” ma a lui non importa… l’importante è fare ciò che si ama senza avere Mai ripensamenti… VINCE CHI SI SVEGLIA VIVE MUORE E SPERA SEMPRE DENTRO LE SUE MANI!!! Forza Niccolò!!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome