Cantiere Jodorowsky – Il cinema e la psicomagia

Dall’8 al 13 ottobre 2019 al Cinemino via Seneca, 6 Milano la rassegna dedicata al regista, intellettuale e grande conoscitore di tarocchi che è stato allievo di Marcel Marceau

0

La manifestazione è in collaborazione con Mescalito, Minerva Pictures e Teatro Parenti

Nato in America Latina da genitori ebrei-russi, Alejandro Jodorowsky inizia come clown in un circo e poi fa il suo apprendistato in un teatro di marionette. Viaggia molto tra il Messico e gli Stati Uniti fino ad approdare in Francia, dove si unisce ad artisti del calibro di Roland Topor, Arrabal e Marcel Marceau.  Passato dietro la macchina da presa, gira nel 1970 (è il suo secondo film) El topo, western originale e unico, seguito tre anni più tardi da La montagna incantata, pellicola nella quale si alternano miracoli, incantesimi, magie che riscuote successo di critica e di pubblico. Oggi, a novant’anni, Alejandro continua a far parlare di sé e delle sue opere. La rassegna propone, oltre a El topo e La montagna incantata, due opere poco conosciute: La cravatta (1957), da un racconto tratto da una novella di Thomas Mann realizzato mettendo in scena tutta la fantasia di un ragazzo, e Il paese incantato, il primo lungometraggio con cui il regista ha saputo sconvolgere il pubblico e la critica.  Da non perdere Poesia senza fine (2016), un’opera che attinge a piene mani dalla biografia dell’artista raccontando il passaggio dall’infanzia all’età adulta. Ambientato nel Cile degli anni ’50, il giovane Jodorowsky rompe definitivamente con la sua famiglia per andare a vivere in una comune di artisti: il primo atto della sua rivoluzione culturale. Psicomagia-Un’arte che guarisce (2019) è invece un documentario completo che racconta il lavoro terapeutico di Alejandro Jodorowsky. L’autore ci spiega cos’è la psicomagia, quali sono i suoi principi e come viene praticata. Infatti molti dei nostri problemi derivano dalle barriere create dalla nostra società, dalla nostra famiglia e dalla nostra cultura, tutti fattori che ci impediscono di trovare il nostro vero io.

Nel film vengono raccontati processi di guarigione, dalla realizzazione del loro “atto psico-magico” fino alla dimostrazione dei relativi effetti. Con la tessera del Cinemino si può assistere a prezzo ridotto (euro 15 al posto di euro 25) allo spettacolo Opera Panica. Cabaret Tragico di Alejandro Jodorowsky in scena al Franco Parenti fino al 13 ottobre.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome