La belle époque, un film di Nicolas Bedos

Martedì 22 ottobre 2019 alle ore 21.00 al cinema Colosseo Milano l’anteprima della commedia francese in versione sottotitolata con Daniel Auteil e Fanny Ardant

0

ll primo appuntamento della nuova stagione cinematografica Sala Biografilm

Victor (Daniel Auteil) è  un imprenditore di successo e un uomo all’antica che odia il presente digitale. Quando un eccentrico imprenditore, grazie all’uso di scenografie cinematografiche, comparse e un po’ di trucchi di scena, gli propone di rivivere il giorno più bello della sua vita, Victor non ha dubbi: sceglie di tornare al 16 maggio del 1974, il giorno in cui in un café di Lione ha incontrato la donna della sua vita, la bellissima Marianne (Fanny Ardant). La commedia, interpretata da anche da Pierre Arditi e Giullaume Canet, si caratterizza per i suoi dialoghi brillanti, le sue scenografie eleganti  e la sua colonna sonora costituita da tanti indimenticabili successi. La pellicola sarà nelle sale italiane il 7 novembre prossimo.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome