Tra Napoli e Milano, il primo album di Lelio Morra è “Esagerato”

0
Lelio Morra

Dopo i tre singoli usciti quest’anno, venerdì 25 ottobre uscirà Esagerato, l’album di debutto di Lelio Morra, cantautore partenopeo trapiantato a Milano. Il disco verrà pubblicato per Solid Records/ Iuovo ed edito da PeerMusic. Esagerato racconta storie ed esperienze della vita di Lelio, ovvero quella di un musicista trentenne che da qualche anno si ritrova a vivere tra Milano e Napoli. Tra queste due città ha scritto le canzoni di questo album, a casa, in viaggio, da amici o sconosciuti, per strada, al mare, in treno o in uno studio di registrazione, quasi sempre di notte.

«Esagerato è il titolo che ho scelto per il mio disco – spiega il cantautore – Chi mi conosce sa che è una parola che uso come intercalare ogni 4/5 cose che dico. Mi diverte la doppia lettura che può averne il significato data l’accezione negativa del termine in italiano in contrasto con quella napoletana. È una parola di nove lettere, nove le fotografie in copertina, nove le canzoni. Sarà che giocavo a calcio col numero 9 e mi chiamavano Toro Baroa. Sarà che un amico tempo fa mi ha parlato della serie dei 9».

Il disco è nato a Napoli con Stefano Bruno nel suo studio ed è cresciuto e si è cristallizzato a Milano al Bach Studio di Toto Cutugno con il grande aiuto di Lele Battista, per poi essere completato e mixato da Matteo Cantaluppi. Tra i musicisti che hanno contribuito alle registrazioni ci sono Roberto Dellera (Afterhours, The Winstons) al basso, Lino Gitto (The Winstons) alla batteria, Gianluca De Rubertis (Il Genio) al piano e Blindur, unico featuring del disco su (ogni volta che) Elena.

I Beatles e la canzone italiana del 2019 sono stati i punti di riferimento sonori. «Il gioco è stato quello di provare a rendere mio un mondo sonoro fatto dei miei ascolti e le sonorità che ho metabolizzato negli anni – racconta MorraEsagerato non è che la fotografia di quello che sono oggi musicalmente e come persona. Racchiude una cernita di canzoni scritte di recente o anche no, ma che insieme potessero semplicemente raccontarmi. Questo lavoro mi rappresenta e ho dato tutto quello che potevo con sincerità e rispetto verso i valori che la musica mi ha insegnato».

La tracklist:
1 – Giganti
2 – Nessuno
3 – Chissà perché
4 – O2G
5 – Torno a scuola
6 – Il mare intorno
7 – Gli aeroplani
8 – (ogni volta che) Elena
9 – Poche cose

I giganti:

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Marco Pagliettini
Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome