Il segno di Zorro, un film con Douglas Fairbanks

Domenica 10 novembre 2019 alle ore 14.30 al MIC Museo Interattivo Cinema Milano il primo film della storia del cinema dedicato al personaggio di Zorro

0

Con accompagnamento musicale del gruppo jazz dei Gecuss Trio

Douglas Fairbanks, nato nel maggio 1883, un giovanotto minuto, dai baffetti irresistibili e dallo sguardo sbarazzino, inizia la sua carriera a Hollywood all’epoca del muto prima come comico e poi come irresistibile eroe dei film d’azione di grandissima popolarità interpretati da Errol Flynn e soci. Noto per la sua prestanza fisica che gli permetteva di non usare controfigure, Douglas, bravissimo nella scherma e agile nei combattimenti con la spada, nel 1920 è chiamato a indossare per la prima volta sul grande schermo i panni di Zorro, l’uomo mascherato inventato da Johnston McCulley in La maledizione di Capestrano del 1919. Nella California spagnola dominata dallo scontro tra messicani e americani, il misterioso spadaccino si erge difensore dei più deboli contro i più forti. La sua particolarità è quella di lasciare con la sua spada una zeta sui visi o sui pantaloni dei suoi avversari. Il segno di Zorro, 1920, diretto da Fred  Niblo e sceneggiato dallo stesso Douglas Fairbanks, è considerato un capolavoro del muto, divertente e brioso come pochi, che darà vita a una serie infinita di pellicole incentrate sullo stesso personaggio, soprattutto negli anni Cinquanta e Sessanta. Da George Hamilton ad Alain Delon, da Antonio Banderas a Tyrone Power, tanti sono divi che si sono cimentati nel ruolo del celebre cavaliere senza macchia, ma probabilmente nessuno ha battuto in simpatia ed empatia il grande Douglas Fairbanks.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome