Caro George… Omaggio a George Hilton

Lunedì 11 novembre 2019 alla casa del Cinema di Roma la manifestazione dedicata al popolare attore protagonista del cinema d’azione degli anni Sessanta e Settanta

0

L’omaggio è curato da Carlotta Bolognini in collaborazione con la Cineteca Nazionale

Nato a Montevideo (Uruguay) il 16 luglio 1934 e scomparso a Roma il 28 luglio 2019, George Hilton esordisce in qualità di attore in Argentina nella seconda metà degli anni Cinquanta, alternando la carriera tra cinema, teatro, radio e fotoromanzi. Giunto in Italia nel 1963, diviene ben presto un’icona del cinema popolare come protagonista di film western e thriller, spesso di culto, diretto, tra gli altri, da Lucio Fulci, Enzo G. Castellari, Sergio Martino, Giuliano Carnimeo, Tonino Valerii. L’ecclettismo era la sua caratteristica. Ogni ruolo sembrava il suo: quello serio, quello comico, quello sadico e quello dell’avventuriero scanzonato. Il tutto era poi contrassegnato dall’eleganza inimitabile del caballero sudamericano. La barba non curata, gli occhi penetranti e il capello nero in testa, l’attore si ritaglia uno spazio importante nella storia dello spaghetti western. Tra i suoi film più noti, Vado… l’ammazzo e torno, 1967 di Enzo G. Castellari, una sorta di remake de Il buono, il brutto, il cattivo; Il dolce corpo di Deborah, 1969, di Romolo Guerrieri con Carroll Baker; Mio caro assassino, 1972 (ore 16.00), di Tonino Valeri, dove interpreta il commissario di polizia Luca Peretti alle prese con una serie di delitti apparentemente senza alcun collegamento tra loro, ma che in seguito alle sue accurate indagini risultano strettamente legati da un filo logico, il sequestro e il successivo assassinio di un bambino. Al termine della proiezione del film si terrà un incontro moderato da Graziano Marraffa con Nino Benvenuti, Olga Bisera, Carlotta Bolognini, Ruggero Deodato, Gabriella Giorgelli, Vassili Karis, Roberto Leoni, Malisa Longo, Antonella Lualdi, Sergio Martino, Saverio Vallone, seguito da Mi sono..persa, 2008, esordio alla regia dell’attrice, danzatrice, docente di movimento scenico e training fisico Emanuela Panatta, un thriller della durata di 10 minuti scanditi da una sequenza fotografica.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome