Linecheck, partner della Milano Music Week, va alla scoperta del Canada

0
Linecheck

Giunto alla quinta edizione, Linecheck propone sei giorni di incontri e concerti, dal 19 al 24 novembre, come main content partner della Milano Music Week.

Riferimento per professionisti della musica (sono attesi oltre 2.000 delegati, il 40% dei quali internazionali), Linecheck abbraccia anche settori limitrofi: moda, pubblicità, audiovisivo, media, IT. Lo slogan è #SoundsLikeDiversity, musica come agente di cambiamenti sociali, tecnologici, mediatici, per l’abbattimento di barriere culturali.

Ci saranno oltre 70 panel (un momento speciale sarà dedicato a Keychange, programma europeo che punta a una presenza 50-50% tra donne e uomini sui palchi e nei management entro il 2020) e 50 live, con tre headliner: i canadesi Godspeed You! Black Emperor, band di culto post-rock (foto in apertura: lunedì 18 Novembre ai Magazzini Generali); dalla Nigeria, Seun Kuti, figlio di Fela, con “la più infernale macchina ritmica dell’africa tropicale”; Giorgio Poi, tra gli esponenti itpop il più orientato all’estero.

Altra novità di quest’anno, la presenza di un guest country, il Canada. Non a caso: nazione bilingue, con una lunga storia di apertura, accoglienza, diversità e multiculturalismo, con il 22% della popolazione nato fuori confine, al primo posto tra i Paesi del G7.  Anche in ambito musicale, il Canada ha sempre rifiutato il ruolo di gregario, affrancandosi dalla scena statunitense e britannica e stimolando un’evoluzione artistica che ha attraversato almeno due generazioni di musicisti. Da Neil Young agli Arcade Fire, da Leonard Cohen a Caribou, da Coeur de Pirate a Peaches, da Ritchie Hawtin a The Weeknd fino a Chromeo.

Il meeting avviene a BASE Milano, centro per le industrie creative, con le sue musicROOMS. La sera, il festival si svolge tra BASE (venerdì 22, sabato 23, domenica 24), i Magazzini Generali (per l’opening show dei Godspeed di lunedì 18) e – novità di quest’anno – in sei locali in zona Navigli (Giovedì 21): Caffè Zanardi, Jacaranda Liuteria Artigiana, Ex Fornace, NonostanteMarras, Ostello Bello, Rocket.

Oltre agli headliner, si alterneranno sul palco: Pierre Kwenders, del collettivo Moonshine (Montréal).; Karpov Not Kasparov duo electro di Bucarest; Emmanuelle, chanteuse attiva tra Miami e Milano; Blu Samu (soul/rap); l’RnB di Arlo Parks, 19enne alla sua prima data italiana; Eugenia Post Meridiem (soul-indie-folk); The Pier (post-prog). Per il Canada: oltre ai Godspeed, da Toronto i Doomsquad, trio di art-dance, sul palco con i milanesi NAVA (Nettwerk); l’indie-rock dei Plants and Animals; Ouri, poli-strumentista e producer; Tanya Tagaq, Polaris Prize 2014 per il miglior album canadese. Riservati ai delegati Linecheck, nel nuovo gioiello di casa a BASE, La Capsula, gli showcase delle etichette IVREATRONIC, Factory Flaws e Futurissima. Alla scena elettronica canadese è dedicata la giornata di chiusura di domenica 24, curata da NeXTones festival e Threes Productions, con lo show audiovisivo intitolato INTe*RA di PLO Man, con DJ Spence (Montréal) e LNS (Vancouver).

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Massimo Poggini
Massimo Poggini è un giornalista musicale di lungo corso: nella seconda metà degli anni ’70 scriveva su Ciao 2001. Poi, dopo aver collaborato con diversi quotidiani e periodici, ha lavorato per 28 anni a Max, intervistando tutti i più importanti musicisti italiani e numerose star internazionali. Ha scritto i best seller Vasco Rossi, una vita spericolata e Liga. La biografia; oltre a I nostri anni senza fiato (biografia ufficiale dei Pooh), Questa sera rock’n’roll (con Maurizio Solieri), Notti piene di stelle (con Fausto Leali) e Testa di basso (con Saturnino) e "Lorenzo. Il cielo sopra gli stadi". Ultimo libro uscito: "Massimo Riva vive!", scritto con Claudia Riva.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome