Bolgia, #Apelungo, Matis: il divertimento cresce

0

A che punto è il divertimento italiano, in questo autunno / inverno 2019? Ci sono nuove tendenze oppure la solita, continua e sempre benissimo raccontata crisi sta avendo la meglio?

Ad ascoltare i racconti degli addetti ai lavori di poco successo, oggi più che mai impegnatissimi sui social a celebrare ‘i bei tempi andati’, sembra ovviamente che nessuno si diverta più come un tempo. Ed è vero: il divertimento cambia sempre. Oggi sono poche le grandi discoteche che mettono insieme un po’ di tutto, sono pochi i dj italiani dall’alto cachet (ma quelli che restano, da Gabry Ponte a Cristian Marchi, funzionano eccome) e troppo spesso le disco non innovano e quindi fanno troppo poco parlare di sé al di fuori della provincia. Anzi, spesso, visto che gli artisti attivi in discoteca sono ormai conosciuti solo dai più giovani, le testate giornalistiche tradizionali, lette ormai solo dagli adulti, alla notte non danno sempre meno spazio.

Ma detto questo, il divertimento continua. Eccome se continua. Anzi, in certi ambiti è in decisa crescita. Il fatto che non lo racconti nessuno non cambia la realtà di una situazione fluida e per fortuna, a volte, decisamente scatenata.

Andiamo con ordine e partiamo dalla cena, che è sempre più centrale nella proposta del divertimento. Anzi. Le proposte di molti locali iniziano già dall’aperitivo. Uno dei brand in maggiore ascesa nel Nord Italia è probabilmente #Apelungo. Questo evento è nato nell’ormai lontano 2014 e da allora ha fatto incontrare e divertire migliaia di ragazze e ragazzi in alcuni delle location di riferimento del Nord Italia e non solo. Dal Lago d’Iseo al Lago di Garda, passando per Bergamo, Brescia e pure per la Svizzera, i party #Apelungo sono perfetti pure per guardare e farsi guardare. Anche per questo sono molto amati dal pubblico femminile. Domenica 24 novembre #Apelungo fa tappa all’Area Docks di Brescia, uno spazio scenografico e vivace, decisamente all’altezza delle proposte della sempre ben raccontata Milano. Siccome però Area Docks è a Brescia, città fuori dal circuito nazionale dei media, se ne parla poco e niente… ma il suo successo resta assoluto.

Che dire del Bolgia di Bergamo, regolarmente aperto il 23 novembre 2019 con un dj set elettronico di un talento del mixer come Wade? Si può dire che qualche anno fa del Bolgia si parlava molto di più. C’era la Demolition Night, c’era Cicciolina in console. Oggi invece in questa Techno Mecca suonano dj come Ilario Alicante, Sam Paganini, Len Faki, Sven Vath, Amelie Lens, Charlotte de Witte, Marco Faraone, Nina Kraviz, Chris Liebing, Chris Liebing. Per chi ama la techno sono star, per gli altri no. Ma gli appassionati di questo genere musicale, qui e altrove, per fortuna non mancano.

Un altro settore che tiene, anzi forse cresce ancora, è quello della musica urban. Tra i mille party che Vida Loca, uno dei colossi di questo settore, fa ballare, va senz’altro citato quello del 22 novembre al Matis di Bologna. Qualche tempo fa il rilancio di questa storica disco è partito proprio dai party Vida Loca e oggi la riapertura è ancora animata dai performer, dai dj e dal corpo di ballo di VL. Un grande spazio in quelli che sono ormai veri musical tutti da ballare ce l’ha poi la tecnologia: tra proiettori, maxi schermi e 3D, uno show Vida Loca riesce ad emozionare chi tra un ballo e l’altro ha voglia anche di guardare uno vero spettacolo.

Gli addetti ai lavori di poco e grande successo quasi mai ricordano anche questa realtà, ovvero che gli show nottambuli sono in generale in costante crescita nelle disco italiane. Il pubblico balla meno, è vero, ma la qualità di ciò che viene messo in scena cresce da anni con costanza.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Avatar
Giornalista & comunicatore (o viceversa), Lorenzo Tiezzi sta online più o meno tutto il giorno. Il sito della sua agenzia è www.lorenzotiezzi.it, il suo clubbing blog AllaDiscoteca.com. All'attività di comunicatore affianca quella di giornalista freelance. Scrive di tendenze, musica, nightlife, ovvero, riassumendo all’osso, di amenità. Fiorentino, classe ‘72, si è laureato in Dams Musica nel 1996. Prima di dedicarsi a giornalismo e comunicazione ha lavorato in tv come coautore e curatore (Tmc2, Mtv) e in teatro come direttore di palco. Appassionato di arte, vino e sport, nel novembre 2013 ha corso la sua prima maratona e punta tutto su un tempo improbabile (3h e 30’’).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome