Mika incanta Torino con il suo Revelation Tour (e nessuna coda per entrare)

0
MIKA by Renata Roattino

Il concerto di Mika al Pala Alpitour di Torino era stato programmato per le 21,30 ed è iniziato alle 21,30 in punto. Perché questa precisazione? Perché nonostante ieri nel capoluogo e un po’ in tutto il Piemonte le situazione atmosferica fosse disastrosa, e nonostante i molti spettatori (oltre 8.000) tutto è filato liscio: la dimostrazione che il biglietto nominale è fattibile e non crea nessun problema. Ovviamente bisogna avere con sé il documento di identità, cosa peraltro  che bisognerebbe fare sempre, a prescindere dal concerto. Ultima considerazione: il fatto che nei concerti organizzati da Barley Arts (favorevole al biglietto nominale, anzi, all’eliminazione del biglietto fisico) non ci siano mai problemi, mentre in quelli organizzati da altri promoter da alcune settimane a questa parte ci siano code infinite dovrebbe far riflettere: non sarà una manovra voluta?

Fatta questa doverosa premesse, vi raccontiamo il Mika Revelation Tour. Un tour che sin dal primo istante si è annunciato un grande evento, in quanto ad oggi, mai nessuna star della musica internazionale è stata protagonista di una tournée che toccasse ben dodici città italiane, percorrendo lo stivale da nord a sud.

Nonostante le piogge battenti di questi giorni ed i vari disastri accaduti in Piemonte, il palazzetto era gremito e, come detto, l’organizzazione è stata impeccabile.

Il live di Mika è stato aperto da un giovane cantante, Lisbona, il quale, visibilmente emozionato ha intrattenuto il pubblico con alcuni suoi brani.

L’aria che si respira nel palazzetto torinese è magica: Mika fa un ingresso in grande stile e si dimostra sin dal primo istante un vero e  proprio cantastorie, trascinando immediatamente il pubblico nel suo mondo caratterizzato da allegria, gioia, colori e sorrisi.

Ironico e con un italiano praticamente perfetto, Mika cerca il contatto con il pubblico, fa bagni di folla, scherza con i presenti e presenta una scaletta varia e dinamica. La scenografia scelta per l’occasione, come lui stesso dichiara, lo rappresenta al cento per cento ed è incentrata sulla sua famiglia; è ricca, ben studiata, colorata ed è composta da un palco enorme sul quale Mika non si risparmia: corre avanti e indietro, balla, salta e a circa metà concerto prende il volo per mezzo di un pianoforte luminoso che appare dal nulla e lo solleva in alto,  così che tutti possano vedere il loro idolo aleggiare nel vuoto.

Lo show proposto ai tanti presenti è coloratissimo, ricco di colpi di scena ed è incentrato soprattutto sulla sua musica. I momenti più apprezzati, ballati ed applauditi dal pubblico sono stati senza dubbio sulle note dei brani Relax ,Take It Easy e Tomorrow, oltre che sulle note del suo ultimo singolo: Ice Cream.

Immancabili durante il live l’amatissima Happy Ending  e l’intramontabile Grace Kelly, entrambe cantate all’unisono con il pubblico.

MIKA by Renata Roattino

Mika ha regalato ai suoi fan un concerto concreto, capace di strappare molti sorrisi e degno delle aspettative.

Di seguito, un’ampia fotogallery della serata.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome