La scomparsa di mia madre, un film di Beniamino Barrese

Venerdì 29 novembre 2019 alle ore 20.00 al Wanted Clan via Vannucci, 13 Milano, la proiezione della pellicola dedicata Benedetta Barzini, modella iconica negli anni ’60

0

Saranno presenti il regista e la protagonista Benedetta Barzini

La scomparsa di mia madre è il film di esordio di Beniamino Barrese e ha come protagonista sua madre, Benedetta Barzini, top model, femminista, scrittrice e docente universitaria. Poco più che ventenne, Benedetta viene scoperta per le strade di Roma e catapultata sulle più importanti passerelle del mondo. Negli anni Sessanta vive a New York da protagonista. È lei che, nel 1964, buca la copertina del primo numero di Vogue Italia coi suoi occhi neri, è lei la SuperTop che detta tendenza, lei che negli anni ’70, all’apice del successo, molla tutto e si dedica alla lotta per i diritti delle donne al fianco dell’estrema sinistra italiana. La sua missione è annientare il conformismo. Oggi a 75 anni, stanca dei ruoli e degli stereotipi in cui la vita ha cercato di costringerla, desidera lasciare tutto per raggiungere un luogo lontano dove scomparire. Turbato da questo progetto, radicale quanto indefinito, suo figlio Beniamino comincia a filmarla, determinato a tramandarne la memoria, regalandoci un ritratto cinematografico che confeziona la testimonianza personale e politica di una donna costantemente in rivolta, severa, decisa a condannare la mercificazione del corpo femminile, a tal punto da disapprovare anche lo sguardo ‘intrusivo’ del figlio. Ad introdurre il film che ha vinto il Premio WIFTM Italia come Miglior documentario al SalinaDocFest 2019, sarà Cinzia Masotina di WIFTM Italia.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome