Cena con delitto

Famiglia avida intorno al cadavere del grande scrittore. Arriva il detective

0

Cena con delitto
di Rian Johnson
con Daniel Craig, Chris Evans, Ana de Armas, Jamie Lee Curtis, Michael Shannon,  Don Johnson e Christopher Plummer.
Voto: citazionista

In una magione un po’ gotica (ma poi -scopriremo- da parvenù) dopo aver festeggiato il suo 85mo compleanno e aver diseredato figlio figlia generi nipoti eccetera, muore con la gola tagliata il grande scrittore di gialli Christopher Plummer che ha fondato una casa editrice miliardaria. Miliardi, libri e casa vanno tutti in eredità all’infermiera brasiliana (con famiglia di immigrati clandestini) terrificata all’idea di aver convinto al suicidio il gran vecchio sbagliando le dosi delle medicine. Daniel Craig ha la parte che di solito in queste riunioni di famiglia con delitto avevano Miss Marple o Poirot, la storia è ispirata alle strutture di Agatha Christie e l’andamento per un po’ le ricorda (tutti i sospetti riuniti per le deduzioni dell’investigatore che fa dire chi era dove, chi ha visto chi, chi ci guadagna e chi ci perde dalla morte della vittima) mentre i sospetti si mordono come squali e poi aggrediscono l’accusata principale con attacchi sovranisti. C’è però qualcosa, a cominciare da Craig (bravo, eppure sembra di passaggio) che non convince del tutto e ha un vago sapore di finta Inghilterra in America da telefilm. Il responso agli amanti del genere. Il regista forse ha fatto di meglio con la fantascienza di Looper e Gli ultimi Jedi.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome