Russo Amorale: il nuovo singolo “Acque Torbide”

0

Un francese che descrive e vive pienamente lo spirito emiliano. Ecco chi è il cantautore Ugo Russo, in arte Russo Amorale, che lo scorso 25 novembre ha pubblicato il nuovo singolo Acque torbide.

Questa nuova canzone, primo singolo dell’album d’esordio di Russo Amorale in uscita a gennaio, è stato registrato, prodotto e mixato allo studio Esagono di Rubiera (RE) da Stefano Riccò. Questa canzone è una carrellata, una deriva nella bassa emiliana: non a caso, il titolo prende spunto dalle «acque chiare» (ribaltandole e quindi, rendendole «torbide»), una zona residenziale di Reggio Emilia.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

La tematica territoriale di questa canzone preannuncia il contenuto dell’album, quasi interamente incentrato sul viaggio e le contaminazioni geografiche, culturali e linguistiche. Ritroviamo accenti tondelliani nel testo della canzone, qui in versione radio edit: nell’album, la versione lunga sei minuti è un vero e proprio racconto ironico e onirico; un brano da post-songwriter.

Ritroviamo anche la vena paranoica dei CCCP-Fedeli alla Linea: ricordiamo che Russo Amorale ha fatto la cover in francese della loro hit punk Emilia Paranoica. Tra l’altro, questa cover è stata apprezzata da Massimo Zamboni, fondatore e chitarrista dei CCCP, che ha invitato Ugo a cantarla con lui sui palchi del Catomes Tôt di Reggio Emilia e del Mikasa a Bologna, e che ha anche contribuito al lavoro in studio con preziosi consigli.

Russo Amorale è un cantautore e polistrumentista francese nato nel febbraio del 1991 in un piccolo borgo della Lorena post-industriale. Cresciuto in una famiglia italo-francese di muratori, macellai e artisti del quotidiano, la sua amoralità risiede nella sua ambiguità multiculturale, nel suo «essere di frontiera, una verde frontiera».

Le dieci tracce dell’album trilingue (francese, italiano, inglese) spaziano dal folk-blues più scarno al rock industriale con contaminazioni elettroniche. Ma nella produzione raffinata di Stefano Riccò è sempre la voce di Russo Amorale che la fa da padrona: calda e intima oppure potente e graffiante, la sua duttilità evoca senz’altro la verve dei grandi chansonniers.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome