Zero “il Folle” conquista Torino e stasera si replica (fotogallery)

0
@jhonninaphoto - Renata Roattino

Continua il tour nei principali palazzetti italiani del camaleontico ed eccentrico Renato Zero, che ieri sera è approdato al Pala Alpitour di Torino.

Renato Zero, 69 anni appena compiuti, dopo aver segnato quasi mezzo secolo di musica, di costume e perfino di linguaggio del nostro paese, ha confermato ancora una volta, la sua capacità di arrivare dritto al cuore dei suoi sorcini.

@jhonninaphoto – Renata Roattino

Renato si è presentato al suo folto pubblico in forma smagliante e durante lo show ha vantato una moltitudine di estrosi cambi d’abito, tutti sgargianti, come a voler sottolineare una ‘follia’ unica ed inimitabile.

@jhonninaphoto – Renata Roattino

Il palco scelto per questo tour era essenziale: un pianoforte, un grande drappeggio bianco ed in alto tre grandi maschere a sovrastare la scena e soprattutto un’orchestra digitale che di tanto in tanto compariva sullo schermo, a seconda del brano.

@jhonninaphoto – Renata Roattino

Al centro di tutto la musica di Renato, soprattutto i brani tratti dal suo ultimo album, Zero il folle, che l’hanno fatta da padrona in quello che è stato un viaggio tra passato e presente.

In scaletta non sono mancati i celebri brani Madame e Triangolo, che a sorpresa non sono stati cantati da Renato, ma bensì dai suoi coristi (quelli veri), come a voler segnare un distacco dai tempi passati. Una dicotomia che sembra poi essersi successivamente risolta sulle note del brano Zero il folle, quando l’uomo Renato e l’artista Zero, guardandosi allo specchio, hanno fatto pace tra di loro.

@jhonninaphoto – Renata Roattino

Lo show è poi giunto al termine con l’immancabile brano Il cielo, cantato all’unisono da tutti i presenti e sul quale sono arrivati  i saluti finali, suggellati dall’iconica e celebre frase di Renato: “Non dimenticatemi, eh!”.

Di seguito la fotogallery della serata.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome