Anime al cinema: inizia la stagione 2020

Ecco le cinque nuove proposte per l'animazione giapponese da febbraio al termine dell'estate.

0

Per la nuova stagione Nexo Digital ci propone cinque nuovi titoli. Si parte con Promare, il 3, 4 e 5 di febbraio. Dal 19 al 25 marzo My Hero Academia the movie 2-Heroes: rising. Ride your wave sarà in sala dal 20 al 22 aprile. Gli ultimi due titoli annunciati, Seven days war e Fate/stay Night Heaven’s Feel III. Spring Song sono previsti per l’estate.

Promare è un film targato Trigger, studio di animazione dal quale sono usciti lavori del calibro di Kill la Kill e Darling in the Franxx. Alla regia del film Hiroyuki Himaishi, da ricordare per una serie di animazione di grandissima importanza quale Sfondamento dei cieli Gurren Lagann.  La storia è ambientata nella repubblica autonoma di Promepolis. Si racconta lo scontro tra i Burnish, una razza mutante che non può impedire al proprio corpo di bruciare, causando gravi incendi, e  la Burning Resque, una squadra di pompieri che vi si oppone. Promare è caratterizzato da colori e animazioni estremamente vivaci, com’è nello stile dello studio Trigger.

Il secondo capitolo dei film di My Hero Academia è animato dallo studio Bones, che già si è occupato  del film precedente e delle quattro stagioni della serie. Viene confermato alla regia Kenji Nagasaki. My Hero Academia è ormai un fenomeno conosciuto a livello mondiale, come testimoniano le oltre 24 milioni di copie vendute del manga di Kohei Horikoshi.

Ride your wave racconta la storia d’amore tra la studentessa universitaria Hinako ed il vigile del fuoco Minato, della passione per l’oceano e per il surf che li lega. La regia è stata affidata a Masaaki Yuasa, che nell’ultimo decennio ha firmato opere importanti come The Tatami GalaxyLu e la città delle sireneDevilman Crybaby. Ride your wave è caratterizzato sul piano dello stile dai tratti unici dei disegni che rendono subito riconoscibili i lavori del regista.

L’anime Seven Days War è tratto dal romanzo cult Seven days war bokurano di Osamu Soda, scritto nel 1985. Il film è stato affidato a Yuta Murano, giovane regista emergente, che già ha seguito l’animazione della serie di successo How not to summon a demon lord. La narrazione in Seven Days War prende il via con misteriosa scomparsa di un’intera classe delle  medie. I ragazzi, che gli adulti credono rapiti, si sono in realtà rifugiati nello stabile abbandonato di una fabbrica in segno di aperta ribellione verso gli adulti e il loro mondo.

Fate/Stay Night Heaven’s Feel III. Spring Song è l’ultimo capitolo dell’adattamento della famosa visual novel Fate/stay night. Verranno animate le battute conclusive della guerra del Santo Graal, combattuta da maghi e spiriti eroici con l’obiettivo di entrare in possesso del calice in grado di esaudire qualsiasi desiderio. Heaven’s Feel è la terza ed ultima delle possibili storie di Fate/stay night. Segue le vicende di Emya Shirou, che desidera unicamente divenire un paladino della giustizia, e Sakura Matou che lotta disperatamente contro l’oscurità che cresce in lei.

Si prospetta quindi una stagione interessante, con opere che spaziano dal racconto di scontri tra eroici combattenti e le forze del male a racconti di storie d’amore con inattesi risvolti. Da film di facile fruizione per tutti ad altri che si rivolgono principalmente a un pubblico che già conosce il mondo dell’animazione giapponese.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome