Capodanno con un classico di Jean-Luc Godard a Milano

Mercoledì 1° gennaio 2020 alle ore 00.20 al cinema Beltrade via Oxilia, 10 la proiezione di Bande à part, un film dedicato ad Anna Karina in apertura dell’anno nuovo

0

Il film più citato di tutti i tempi

Arthur (Claude Brasseur) e Franz (Sami Frey), due amici appassionati del cinema di serie B, conoscono a un corso di inglese Odile (Anna Karina), una ragazza che vive alla periferia di Parigi in una villa insieme a sua zia Victoria e un pensionante che secondo le loro informazioni custodisce in casa una grossa somma di denaro. I due giovani per portare a termine il colpo fanno a gara per sedurre Odile. Poi i tre si recano alla villa per mettere in pratica il piano criminoso, ma le cose non andranno come previsto. Il primo film autoprodotto da Godard interpretato dalla sua musa Anna Karina, è ispirato al libro Fool’s Gold della Série Noir di Dolores Hitchens, giallista americana: «Si è trattato di fare — racconta il regista — un film da poco, a basso costo e girato in poco tempo, che accodasse importanza così al personaggio come alla maniera in cui lo si fa agire. Un film che corrispondesse ai film di serie B che amo del cinema americano»  (“Jean-Luc Godard”, di Alberto Farassino, Castoldi Editore). Girata tra febbraio e marzo 1964 alla periferia di Parigi, la pellicola si rifà al cinema populista francese degli anni Trenta e si avvale di sequenze rimaste nella storia del cinema come il ballo dei tre protagonisti in un bar ristorante e la famosa corsa di Odile, Arthur e Franz per le sale del Louvre, scena che sarà poi ripresa da Bernardo Bertolucci in The Dreamers-I sognatori. Considerato dal regista un esperimento cinematografico non riuscito, Bande à part è il ritratto di una gioventù allegra e malandrina come quella degli anni Sessanta pronta a lanciarsi in avventure temerarie e avventate, ma in difficoltà nell’esprimere emozioni e passioni interiori. Con il passare degli anni il settimo lungometraggio di Godard è entrato a far parte del bagaglio culturale di ogni cinefilo. Prima della proiezione il pubblico che ha partecipato alla maratona di Capodanno (sette film dalle 10.30 del mattino del 31 dicembre) festeggerà con un brindisi l’inizio dell’anno nuovo.   

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome