20 gennaio 1946, nasce David Lynch

0

Nato nel Montana, e continuamente in movimento per via del lavoro del padre, David Lynch porta la sua esperienza di americano del Midwest costantemente nei suoi film. Regista surrealista e onirico come lo fu Luis Bunuel, è per eccellenza il regista difficile, o meglio, non accetta che sia la trama a dare un significato al film, ma chiede allo spettatore di addentrarsi lui stesso nei meandri della propria immaginazione e con questa attribuire il significato che apparentemente manca.

Il suo primo film ne è un perfetto esempio: Eraserhead (1977), che viene tradotto con La mente che cancella (titolo che non c’entra niente con quanto accade sullo schermo come spesso capita — forse Lynch ne fu contento proprio per i motivi sopra), è il suo primo lungometraggio, un bianco e nero disturbante come pochi, diviene subito cult. Negli anni successivi entra nel circuito commerciale con The Elephant Man (1980) dove riprende parzialmente il concetto della mostruosità, il colossal sf (flop) Dune (1984) dove però conosce il suo attore feticcio Kyle McLachlan e poi Velluto Blu, dove incontra Isabella Rossellini, poi sua compagna per un po’ di tempo.

Dopo la parentesi TV con l’enigmatico e famosissimo Twin Peaks tra il ’90 e il ’91 (che riprenderà nel 2017), Lynch riprende il suo percorso surreale con svariati cortometraggi e sul grande schermo con Una storia vera (1999), Mulholland Drive (2001), e Inland Empire (2006). Ormai si occupa solo di cose che gli piacciono, non necessariamente che piacciano ad altri: «non credo che le persone accettino che la vita non ha un senso. Credo che ciò le faccia sentire tremendamente a disagio; mi sembra che religioni e miti siano state proprio per ovviare a questo, trovarci un senso».

Altre ricorrenze

  • 1945, nasce Gianni Amelio, regista de Il ladro di bambini e Lamerica
  • 1958, nasce Lorenzo Lamas, attore di cinema e TV, famoso per Renegade
  • 1984, muore Johnny Weissmuller, campione olimpico di nuoto, Tarzan sul grande schermo
  • 1987, nasce Evan Peters, attore in X- Men giorni di un futuro passato e Kick Ass
  • 1993, muore Audrey Hepburn, indimenticata icona in Colazione da Tiffany

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome