24 gennaio 1950, nasce Daniel Auteuil

0

Daniel Auteuil è forse l’attore che meglio incarna il francese medio, un po’ come da noi possono esserlo Sergio Castellitto o Pierfrancesco Favino. Lunghissima la carriera dell’attore nato ad Algeri, un volto comune ma dalle capacità comunicative composte e allo stesso momento straordinarie, con una vaga somiglianza con Robert De Niro (che, curiosamente, ha analoghe caratteristiche camaleontiche). Nel 1975 ottiene la sua prima parte da protagonista, Jean De Florette accanto ai mostri sacri Gerard Depardieu e Yves Montand.

È negli anni ’90 che Auteuil raggiunge il grande pubblico in Italia: protagonista in Un cuore in inverno e La Regina Margot (entrambi nel 1992), ma le sue interpretazioni migliori arrivano invecchiando, come il buon vino: in 36 Quai des Orfèvres (2004) è un ispettore  di polizia ambizioso e decisamente oltre i confini della legalità; in Niente da nascondere (2005), è un padre perseguitato da un misterioso stalker che riprende ogni movimento della sua famiglia.

Lavora anche in Italia con Paolo Virzì (interpreta Napoleone, che per un francese deve essere una specie di riconoscimento alla carriera- in N e Io ), con Michele Placido (Il cecchino, 2012) e recentemente con Roberto Andò (Le confessioni, 2016).

Di recente sugli schermi italiani con La Belle Epoque.

Altre ricorrenze

  • 1961, nasce Nastassja Kinski, attrice de Il bacio della pantera e Paris, Texas
  • 1983, muore George Cukor, regista di È nata una stella e My Fair Lady
  • 2006, muore Chris Penn, attore, fratello di Sean, recita in Le Iene e Footloose

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome