Brunori Sas, tutti i duetti di Dario

0
Brunori Sas
©Riccardo Medana

Quando si utilizza il termine duetto in quel periodo che va dalla fine di gennaio ai primi di febbraio, il pensiero inevitabilmente arriva per tutti allo stesso punto: ai duetti che il Festival di Sanremo ci regala ogni anno sul palco dell’Ariston.

Coppie improbabili (spesso addirittura terzetti), nomi che mai avremmo pensato di leggere uno accanto all’altro, neppure nei nostri sogni più strani, o conferme di amicizie di vecchia data che si rinsaldano sul palco più chiacchierato d’Italia. Saranno questi gli ingredienti della serata di giovedì al Festival.

Anche quest’anno, come sempre, l’annuncio delle collaborazioni che proporranno nuove versioni di grandi brani della tradizione musicale italiana, ha creato scalpore. E se solo i nomi hanno dato il là a tanti rumors, pronostici e aspettative, non osiamo immaginare cosa succederà una volta che vedremo e ascolteremo davvero gli artisti schierarsi e scontrarsi sul palco!

Detto ciò però, i duetti – fuori e dentro alle mura del Festival – sono anche fonte di importanti collaborazioni e di creazione di nuovi sodalizi. Si tratta spesso di veri e propri momenti di crescita per gli artisti, che possono finalmente confrontarsi con brani scritti (e spesso anche già interpretati) dai colleghi.

Nell’arco della sua carriera anche Brunori Sas – che resta in cima alla calassifica Fimi per la seconda settimana di fila con il suo Cip! -si è cimentato in diverse collaborazioni o riedizioni di brani già editi. In alcuni casi si è trattato di registrazioni in studio, in molti casi di brani già nati e pensati come duetti e in altri, invece, di interpretazioni eseguite in occasione di programmi TV o circostanze particolari.

Di seguito alcuni dei duetti più famosi che lo hanno visto protagonista:

  • Cronologicamente parlando, il più recente dei duetti che ha visto Dario Brunori protagonista è stato quello accanto ad Elisa nella canzone Anche Fragile. Un brano che la Toffoli ha già interpretato da sola e che nella ristampa di Diari Aperti – Segreti Svelati ha voluto condividere con la voce roca e calda di Brunori Sas
  • In una puntata di Maledetti amici miei nei mesi scorsi Dario Brunori ha poi duettato con un’altra delle voci femminili più interessanti del panorama italiano, Levante. I due hanno cantato insieme sulle note di Anna e Marco di Lucio Dalla
  • A proposito di Ariston, anche Brunori Sas è stato, lo scorso anno, ospite nella serata dei duetti. Nell’edizione 2019 nessun omaggio alla storia della musica, le collaborazioni avvenivano sui brani in gara. Dario è salito perciò sul palco accanto agli The Zen Circus interpretando con loro L’amore è una dittatura
  • In Poveri Cristi Vol. 2 (secondo album di inediti firmato Brunori) si trovano ben due duetti. Il suo sorriso feat Dente e Animal Colletti con Dimartino
  • Dario Brunori ha poi partecipato alla realizzazione del brano La sirena e il marinaio contenuto nell’album Chagall di Cassandra Raffaele
  • Ha anche collaborato con Kiave nel brano Identità contenuto nell’album Solo per cambiare il mondo
  • I Gatti Mezzi sono stati un gruppo musicale jazz e swing formatosi a Pisa nel 2005. Le loro canzoni erano per lo più scritte in vernacolo pisano, influenzato dagli altri ceppi dialettici toscani. Con loro Brunori Sas ha duettato nel brano Fame contenuto nell’album Vestiti leggeri
  • Mi sono perso a Zanzibar è il titolo del brano di Nicolo Carnesi realizzato in duetto con Dario nell’album Gli eroi non escono il sabato
  • Durante la realizzazione del programma televisivo Brunori SA (Rai3, 2018), Dario Brunori ha poi duettato con diversi artisti, tra cui:

Calcutta in Orgasmo

Maria Antonietta in Deluderti

Le luci della centrale elettrica in Coprifuoco

Colapesce in Ti attraverso

Motta in La fine dei vent’anni

Dente in Vieni a vivere

Ma il più memorabile tra i duetti resta quello con Mammarella Sas in una bella e insolita versione di Insieme di Mina

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome