Figli

Chi ha il coraggio di farli?

0

Figli
di Giuseppe Bonito
con Paola Cortellesi, Valerio Mastandrea, Stefano Fresi, Valerio Aprea, Paolo Calabresi.
Voto: non male

Nicola e Sara (Mastandrea e la Cortellesi) sono il Padre e la Madre esemplari dell’Italia contemporanea in decrescita demografica. Decidono di fare un secondo figlio mentre lei ne ha piene le tasche dopo aver fatto il primo, lui non aiuta in casa perché ha troppo da fare col negozio, lei vorrebbe tornare ad analizzare le cucine dei ristoranti perché amava il suo lavoro, il governo li massacra di tasse e gli stranieri che si danno alla ristorazione sono furbi e menefreghisti come gli italiani. Senza contare le baby sitter, le feste in maschera, le pediatre criptiche, le notti in bianco, le tentazioni.  Le avventure esilaranti – o deprimenti- di Nicola e Sara quando assumono il valore di un indice sociologico si stagliano su fondo bianco, in uno spazio neutro, quasi pedagogico, con staffilate sarcastiche. Il  senso di disfatta si esprime con metaforici salti dalla finestra per esprimere il concetto io non ne posso più e con grande finezza il pianto snervante del neonato che trasforma la coppia di amanti spompati in genitori stanchi è rappresentato invece che con vagiti con l’attacco della Patetica di Beethoven. Si sente il tono che Mattia Torre, autore del monologo I figli ti invecchiano (nella raccolta In mezzo al mare) utilizzava anche in La linea verticale, la serie tv (con Mastandrea) che affrontava l’attraversamento della malattia che nel 2019 ha portato via Torre. Sulla sceneggiatura di Torre ha costruito il film Giuseppe Bonito, rispettandone lo stile. Occhio al terribile monologo della generazione che avrebbe dissipato tutto contro le sue stesse creature…

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome