Judy, un film di Rupert Goold

0

Il film sarà nelle sale italiane dal 30 gennaio 2020, distribuito da Notorious Pictures

Nell’inverno del 1968 la leggenda dello showbiz Judy Garland (Renée Zellweger) arriva nella Swinging London per esibirsi al “The Talk of the Town”. Sono passati 30 anni da quando è diventata una star grazie a Il Mago di Oz e anche se la sua voce si è indebolita, ne ha però guadagnato in intensità drammatica. Mentre si prepara per lo show, Judy litiga con i manager, affascina i musicisti e si abbandona ai ricordi insieme agli amici e agli adorati fan: il suo spirito e il suo entusiasmo risplendono. Persino i suoi sogni più romantici sembrano prendere vita, mentre inizia a essere corteggiata da Mickey Deans, che diventerà presto il suo quinto marito. Eppure Judy è  fragile. Dopo aver lavorato per 45 dei suoi 47 anni, è esausta, afflitta dai ricordi di un’infanzia perduta e tormentata dal desiderio di tornare a casa dai suoi figli. Riuscirà a trovare la forza per andare avanti?  Tratto dal dramma teatrale End of the Rainbow di Peter Quilter, il film vincitore di 14 premi internazionali e del Golden Globe per la Migliore Attrice è candidato a due premi Oscar.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome