Brecht, un film biografico diretto da Henrich Breloer

Martedì 4 febbraio 2020 alle ore 19.30 all’Area Metropolis 2.0 di Paderno Dugnano (Milano) l’anteprima nazionale della pellicola dedicata al grande drammaturgo tedesco

0

Un imperdibile evento tra cinema e teatro

Presentato alla 69ª edizione del Festival internazionale del cinema di Berlino, Brecht diretto da Henrich Breloer traccia compiutamente il percorso intellettuale del grande scrittore e drammaturgo Bertolt Brecht. In un misto di finzione e documentario, il film disegna il ritratto di un uomo sicuro di sé, ma allo stesso tempo assalito da dubbi, vulnerabile e pieno di voglia di vivere. Il film interpretato da Burghart Klaußner, Adele Neuhauser, Laura de Boer, Trine Dyrholm, Ernst Stözner, è composto da due parti. La prima dal titolo L’amore non dura, è ambientata nella Berlino Est del 1956. Bertolt Brecht sta provando la sua opera Vita di Galileo, quando viene raggiunto dallo scenografo e amico d’infanzia Caspar Neher. L’incontro è il pretesto per tracciare la biografia del poeta: dalla sua infanzia, fino all’esilio forzato a causa del nazismo. La seconda parte, È la cosa semplice che è difficile a dirsi, si apre con la comparsa di Bertolt Brecht davanti alla Commissione per le Attività Antiamericane che lo costringe al ritorno in Europa, prima a Zurigo, poi a Berlino Est. Qui fonda il Berliner Ensemble e raggiunge l’apice del successo circondato da tante amanti e dall’amico e dall’amico fedele Caspar Neher, dal quale, gravemente malato, decide di trasferirsi nel 1956 per trascorrere l’ultimo periodo della sua vita. Durante l’intervallo della proiezione verrà offerto un buffet a tutti i presenti.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome