Odio l’estate

Aldo, Giovanni e Giacomo in déjà-vu agrodolce

0

Odio l’estate
di Massimo Venier
con Aldo Baglio, Giovanni Storti, Giacomo Poretti, Lucia Mascino, Carlotta Natoli.
Voto: insomma.

Aldo è un nullafacente un po’ ipocondriaco, strapelato, Giovanni un negoziante un po’ noioso, con il gruzzoletto, ma sente la crisi, Giacomo un dentista un po’ infelice, con il suv e la moglie nevrotica e più soldi. Per l’errore di un’agenzia si trovano a dover condividere un’abitazione al mare per tutte le vacanze su un’isola. Conseguenze della coabitazione, si sentono i rumori dalle camere: Aldo fa sesso, Giovanni meno, Giacomo mai. La moglie di Aldo è simpatica e fuori forma, quella di Giovanni annoiata e più in forma, quella di Giovanni molto in forma e fuori di testa. Figli: quello di Aldo ha fatto una stupidaggine, quella di Giovanni è matura, quello di Giacomo scappa di casa in cerca d’affetto. Nessuna sostanziale variazione al repertorio, comicità meno scoppiettante, struttura buonista con osservazioni affettuose sulle età della vita, raccomandazioni condivisibili (vogliamoci più bene, ascoltiamoci di più, cerchiamo di capire cosa passa nella testa dei figli). Vaga novità, una sorpresa che non è tanto sorpresa, che non possiamo raccontare, ma è tra le righe nella prima parte. Titolo dalla canzone di Bruno Martino, ossessione di Aldo per Massimo Ranieri (presente, con concerto) musiche del film di Brunori SAS.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome