Bugo: «Ragazzi, state pronti davanti alla Tv che voglio sorprendervi»

0
Bugo

Inizio da oggi il mio diario dal dietro le quinte del Festival in esclusiva per Spettakolo. In città l’aria è molto calda, non solo in senso climatico. Gente dappertutto, volti famosi e persone comuni, telecamere, bodyguard. Me lo avevano raccontato, il Festival, ma tutto questo casino era difficile da immaginare.

Ieri pomeriggio prove generali. Con Morgan avevo provato già un paio di volte, ma qui è diverso. L’affiatamento è ottimo, tutto fantastico. Il rapporto con lui è buono, ci conosciamo da sempre e siamo veramente amici. Credo lo si capisca anche per come stiamo sul palco, sguardi, complicità, ci capiamo al volo.

A parte un piccolo incidente tecnico che però non ha compromesso la performance: a un certo punto il cavo dell’auricolare mi si è impigliato nel piede destro. Ma da vecchio rocker ho risolto in un lampo e non è stato necessario interrompere le prove.

Siccome i tempi morti sono infiniti, dietro le quinte per ammazzare il tempo mi piace ridere e scherzare. Parlo con tutti e siccome di natura sono uno spontaneo, ogni tanto butto là una battuta per far salire l’ansia a chi già ne ha da vendere.

Ma è anche un’occasione per rivedere vecchi amici e far nascere nuovi rapporti. Irene Grandi, per esempio, la conosco da una vita: anni fa abbiamo anche avuto un produttore in comune, Saverio Lanza. Inoltre conosco bene Tania Sachs, che quest’anno lavora con lei. Altri amici sono Piero Pelù e Le Vibrazioni. Invece uno che non conoscevo e che ho scoperto essere di una simpatia strepitosa è Michele Zarrillo.

Una delle domande che ogni tanto mi fanno è se mia moglie Elisabetta e mio figlio sono con me. No, sono rimasti a Roma. Potrebbe essere che Elisabetta mi raggiunga sabato. Parlando di lei, mi diverte ricordare come ha reagito il giorno in cui le ho detto che mi avevano preso a Sanremo. «Veramente? Complimenti!», ha detto con aria stupita. In realtà era più agitata di me.

Bugo

Comunque di questo grande casino mi piace un po’ tutto. Del resto dopo 20 anni di lavoro sottotraccia, questa è quasi una passeggiata, anche se a livelli superiori, capace di darti una grande popolarità in pochi giorni. Il problema non è tanto rilasciare interviste e partecipare a trasmissioni televisive (anzi, ben vengano!). Io amo anche il rapporto diretto coi fan e fare autografi non mi pesa. Il problema vero è la gola: a forza di parlare, e io parlo parecchio, sono già quasi in zona “rischio voce”.

Insomma, siamo solo al primo giorno, e già devo studiare una strategia per non rimanere afono. Per ora intervengo con un the col miele e un po’ di spray per la gola.

E questa sera quando si accenderà quella lucina saremo pronti per dare tutto. Ragazzi, state pronti davanti alla Tv che voglio sorprendervi!

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Bugo
Cantautore, nato a Rho (MI) nel 1973 e cresciuto a Cerano, nel novarese. Nel 2000 si trasferisce a Milano, pubblica i primi due album con etichette alternative e nel 2002 sigla un contatto con Universal, con la quale pubblica 5 dischi. Ora incide per la Mescal ed è in gara a Sanremo con coppia con Morgan: cantano "Sincero" e in questi giorni pubblica un nuovo album, Cristian Bugatti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome