Piero Pelù: “Una canzone per mio nipote e i ragazzi del carcere minorile”

0
Piero Pelù
@Riccardo Bagnoli

Piero Pelù ha deciso di festeggiare i suoi primi 40 anni di carriera, con un battesimo “speciale”, salendo per la prima volta, in gara, sul palco dell’Ariston.
Il brano che presenterà questa sera al Festival (prima esibizione in programma) si intitola Gigante (e sarà contenuto nel nuovo album di inediti Pugili Fragili), ed è dedicato ai suoi nipoti, ma anche a chi lotta per rinascere a nuova vita, come i ragazzi dei carceri minorili. A dirigere l’orchestra per Piero Pelù, nel corso delle serate sanremesi, ci sarà Luca Chiaravalli.

“El diablo”, durante la settimana del festival, porterà avanti anche il suo impegno ambientale, perpetuato ormai da tempo, con il “Clean beach tour”.

Dopo il palco di Sanremo, il cantante tornerà anche ad esibirsi live, da luglio, nelle principali piazze italiane, con Pugili Fragili live 2020.

 

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome