Fabrizio De André & PFM – Il concerto ritrovato: parlano Colombo, Fabbri, Premoli e Harari (videointervista)

0
Il concerto ritrovato

Nella celebre foto iconica scattata nel freddo gennaio 1979 da Guido Harari fuori da un albergo di Firenze, Lucio “Violino” Fabbri era il secondo da sinistra, quello a fianco di un allegro Flavio Premoli. Al centro esatto dell’immagine c’era Roberto Colombo (il marito di Antonella Ruggiero, en passant) e alla sua destra svettava un Fabrizio De André che non la finiva più di spedire frasi irripetibili, in genovese stretto, allo stesso Harari che in fin dei conti desiderava solo portarsi a casa uno scatto professionale. Completavano il quadretto Franco Mussida, Franz Di Cioccio e Patrick Djivas per quella che è passata alla storia come la formazione più amata della Premiata Forneria Marconi che, sul finire degli anni ’70, preferiva già farsi chiamare semplicemente PFM.

Oggi, di quella splendida creatura progressive, siamo riusciti a riunirne tre elementi su sei (Colombo, Fabbri e Premoli) più lo stesso Harari in versione special guest silenzioso, quasi come se fosse una delle sue meravigliose fotografie in bianco e nero.

Il motivo è l’uscita la prossima settimana (17, 18 e 19 febbraio) in oltre trecento sale cinematografiche di Fabrizio De André e PFM – Il concerto ritrovato, delizioso documentario/viaggio nel tempo firmato dalla regia di Walter Veltroni e incentrato sulle riprese video dello show di Genova andato in scena il 3 gennaio del 1979. Una notte di gelo e vento fuori dai padiglioni del centro fieristico genovese, ma di cuori caldi al suo interno, con l’ondata di contestazione del periodo (si era pur sempre al culmine degli anni di piombo) per una volta tanto assente dalle cronache del giorno dopo.

Fabrizio De André & PFM

Il concerto ritrovato è una sorta di sacro graal per ogni fan sia di Faber che della PFM visto che di quella manciata di concerti (una trentina scarsa organizzati tra il Natale del ’78 e il febbraio dell’anno seguente) finora erano circolati solo i due leggendari album dal vivo editi dalla Ricordi (Fabrizio De André in concerto/Arrangiamenti PFM) e il vasto lavoro visuale curato da Harari con tecnica statunitense da reportage on the road.

Ragion per cui, prima di lasciarvi alla nostra video-intervista (e prossimamente ne pubblicheremo un’altra con protagonista Dori Ghezzi) vi diciamo che regalo migliore non si poteva fare all’immortalità artistica di Fabrizio De André. Che, manco a farlo apposta, il prossimo 18 febbraio avrebbe compiuto i suoi primi 80 anni. Belìn, che nostalgia!

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Qui tutti i dettagli su Fabrizio De André e PFM – Il concerto ritrovato.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome