15 febbraio 1939, esce Ombre rosse

0

The West as it really was!

Il West come davvero era era la tagline del poster del film di John Ford quando usci nel 1939 e francamente ad oggi è un’affermazione che fa abbastanza sorridere. Dopo tanta revisione sul West dagli anni ’70 in poi (con il definitivo pro-pellerossa Balla coi lupi di Costner, 1990), questo è il filmone per eccellenza dove i bianchi sono buoni e i rossi inevitabilmente cattivi, con gli inseguimenti sulla diligenza e i panorami della Monument Valley.

E dire che il genere era praticamente morto; lo resuscitò John Ford con il sonoro (prima volta per il western che era tendenzialmente un genere pulp di intrattenimento popolare) e riportando John Wayne sullo schermo per l’80.ma volta (!) a soli 32 anni, con un aneddoto singolare: gli fece leggere la sceneggiatura chiedendogli di suggerire un collega per il protagonista Ringo Kid (già il nome è un programma), e solo quando il Duke, già molto famoso all’epoca, gli suggerì tale Lloyd Nolan, gli rispose ma sei scemo, il ruolo è per te!

Così come strepitosa fu la risposta che diede Ford, quando gli chiesero sui proverbiali inseguimenti a cavallo del film: gli domandarono come mai agli indiani non venisse in mente di sparare ai cavalli per fermare la diligenza e giustamente rispose: perché sennò il film sarebbe finito subito. Quello che mancava in realismo, certamente a Ombre rosse non mancava in pragmatismo.

Altre ricorrenze

1951, nasce Jane Seymour, attrice di Ovunque nel tempo, ma anche La signora del West sul piccolo schermo

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome