19 febbraio 1967, nasce Benicio Del Toro

0

Quando nel 2000 esce Traffic, Benicio Del Toro è considerato quello da chiamare quando hai bisogno di un latinoamericano, magari un po’ losco, tanto è vero che tutte le parti che gli avevano dato una certa fama (per citarne qualcuna, I soliti sospetti 1995, Fratelli 1996, Snatch 2000; peraltro, nel 1987 era apparso ventenne nel video di Madonna La isla bonita), tendenzialmente lo vedevano finire male in crime stories più o meno cruente. Curioso, perché in realtà Benicio è sì un portoricano, ma figlio di avvocati, e pure laureato. Evidentemente il fisico da 1,90 non proprio smilzo, la voce roca ma potente e le occhiaie nere non aiutano. L’unico avvocato che interpreta sullo schermo ad oggi è il tossico Dr. Gonzo di Paura e delirio a Las Vegas (1998).

E anche Traffic è un crime movie , ma stavolta la parte che gli tocca è uno dei pochi personaggi positivi del colossale film di Soderbergh sul traffico di droga, ed il suo buon poliziotto Javier Rodriguez è un Oscar istantaneo appena visto sullo schermo (la scena in cui circuisce il killer gay è da cineteca, e praticamente non apre bocca).

Da lì in poi, il buon Benicio può scegliersi tutte le parti che vuole: sottolineiamo la quasi-bio di Escobar, il quasi seguito di Traffic , Sicario (2015-uno scandalo la sua non-candidatura come attore non protagonista agli Oscar di quest’anno), la storia di rinascita di 21 grammi (2003, altra candidatura all’Oscar) e la parte del protagonista in quella che in qualche modo è da considerarsi l’onore massimo per un attore latino liberal, ovvero la biografia in due parti del Che Guevara (2008).

Nel 2020 con ben 3 film al cinema, il più atteso dei quali è il nuovo film diretto da Oliver Stone, White lies.

Altre ricorrenze

  • 1955, nasce Jeff Daniels, attore di The Martian e Pleasantville
  • 1957, nasce Ray Winstone, attore di The departed e Niente per bocca

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome