Un “Uragano di stelle” dalla Puglia, singolo d’esordio per Sarah Di Pinto

0
Sarah Di Pinto
Foto di Chiara Sardelli

C’è un nome nuovo che si affaccia sulla scena della musica italiana. È quello di Sarah Di Pinto, che da poco ha pubblicato il suo primo singolo, Uragano di stelle. Sarah è di Bisceglie ed ha 22 anni. Si è appassionata alla musica fin da bambina, ha studiato pianoforte e canto, partecipato a diversi contest e si è anche classificata finalista a livello nazionale di Area Sanremo. L’abbiamo intervistata per farci raccontare la sua canzone e i suoi sogni.

Il tuo primo singolo si intitola Uragano di stelle. Di cosa parla la tua canzone?
Mi piace definire Uragano di stelle un inno all’amore nei confronti di sé stessi, delle persone che amiamo, della vita e della musica. Un amore vero, raro da trovare, che affronta insicurezze e incertezze. Un sentimento unico, per certi versi impossibile, difficile, ma mai inutile: è necessario, fondamentale, perché ci rende ciò che siamo, ci completa, ci rende vivi.

Hai scritto parole e musica del brano. Ricordi come è nato?
Quando ho scritto questo brano non ho pensato a niente e a nessuno in particolare; avevo solo un obiettivo in mente: trasmettere attraverso musica e parole un messaggio positivo e d’amore.  Ero seduta davanti al mio pianoforte, con le mani sui tasti; ho iniziato a suonare e ciò che suonavo mi emozionava molto… Il testo poi è venuto da sé, di getto, come un vero e proprio uragano, ed è li che mi sono accorta di quanto fosse importante per me ciò che stavo esprimendo nel momento stesso in cui musica e parole prendevano vita.

Tu sei pugliese, ma hai scelto di girare il video alla Darsena di Rimini. Perché?
Nonostante io sia pugliese ho scelto di allontanarmi dal mio paese e di girare il videoclip sulla Darsena di Rimini perché è sempre stato uno dei luoghi che avrei voluto visitare per cui, quando il mio team me l’ha proposto, ho colto subito l’occasione. Ho vissuto un’esperienza indimenticabile grazie a tutto la squadra di professionisti che mi ha sempre sostenuto durante le riprese, coordinata da Rita Biganzoli (Abacusweb) e diretta da Marco Cavalli. Devo ringraziare per il supporto anche il Comune di Rimini, la Cineteca comunale e la Darsena di Rimini nella persona del Presidente Luigi Ferretti.

Sarah Di Pinto

Come definiresti la tua musica?
La mia musica è un insieme di vari generi, direi indie-pop. Cerco sempre di essere originale sia nei testi che nelle melodie e, perché no, di creare qualcosa di nuovo e particolare che mi caratterizzi. Ovviamente sono all’inizio del mio percorso artistico, per cui mi piace molto sperimentare, raccogliere stimoli e spunti dalla musica nazionale ed internazionale, sia attuale che anche del passato.

Questo singolo è l’inizio di un percorso che ti porterà dove?
Uragano di stelle è l’inizio di un percorso che spero mi porti alla realizzazione di un intero album di inediti. L’obiettivo è sempre quello di trasmettere emozioni ed emozionarmi anche io attraverso ciò che scrivo: mi piace mettere a nudo la mia anima con la musica. Devo infatti ringraziare chi ha contribuito alla realizzazione di questo mio primo singolo e continua a supportarmi nel progetto, collaborando alla scrittura del testo (Carla Parlato, in arte Rakele), all’arrangiamento (Massimiliano Calò) e alla produzione (Massimiliano Calò e Pino Iodice, Studio8 Recording).

Hai iniziato a suonare il pianoforte da ragazzina, studiando anche per quattro anni al Conservatorio.  Questo influenza la tua musica?
Studiare per 4 anni pianoforte al Conservatorio sicuramente ha contribuito alla mia formazione. Credo che per essere una cantautrice completa sia necessario saper suonare più strumenti per poter scrivere non solo i propri testi, ma anche la propria musica, ed essere perciò indipendenti.

Sarah Di Pinto
Foto di Chiara Sardelli

Hai dei riferimenti in campo musicale?
I miei riferimenti in campo musicale sono principalmente artiste internazionali come Dua Lipa, Beyoncè, Lady Gaga, Rihanna, Sia, Jennifer Lopez. È sempre meglio puntare in alto per raggiungere buoni risultati!

Un paio di anni fa hai partecipato ad Area Sanremo. Il Festival è uno dei tuoi obiettivi?
Due anni fa ho partecipato ad Area Sanremo arrivando tra i 225 finalisti nazionali. Il Festival di Sanremo è un’esperienza che mi piacerebbe fare e che spero di fare al più presto. Credo sia una bella soddisfazione arrivare fin lì: non vorrebbe dire certamente raggiungere la realizzazione, perché non si finisce mai di imparare e di perfezionarsi, ma sarebbe sicuramente un trampolino di lancio verso nuove esperienze. Un grande punto d’inizio.

Quando ascolteremo la tua prossima canzone?
La mia prossima canzone sarà una bella sorpresa… A breve ci saranno novità, ma non voglio anticipare nulla… diciamo che sarà un’estate di fuoco!

Il video di Uragano di stelle:

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Marco Pagliettini
Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome