Il “Wasabi” malinconicamente punk di Fractae, nuovo singolo per l’artista torinese

0
Fractae

Fractae è il nome d’arte di Paolo Caruccio, cantautore e polistrumentista che lavora come producer e autore nel suo studio torinese Turbopop. Il progetto Fractae è nato nel 2016 con il singolo Cartina corta e da poco si è arricchito di un nuovo capitolo: da qualche giorno, infatti, su tutti i digital store si trova Wasabi, il suo nuovo singolo, sinteticamente definibile come una canzone malinconicamente punk. Abbiamo intervistato Fractae per parlare del nuovo singolo e del suo progetto.

Fractae

Il progetto Fractae nasce nel 2016. Come si è evoluto in questi quattro anni?
Penso abbia avuto un naturale sviluppo artistico e stilistico cercando allo stesso tempo di mantenere una continuità nell’intenzione di fare qualcosa di autentico e originale.

Musicalmente Wasabi, il tuo nuovo singolo, come si colloca nel tuo percorso?
Ho spento qualche sintetizzatore e rispolverato le corde arrugginite della chitarra, è il singolo che musicalmente mi rappresenta di più in questo momento.

«Mi manchi ma fai schifo, mi manchi da far schifo» canti nel testo. Le due sensazioni, alla fine, sono inscindibili alla fine di un amore?
Dipende, alla fine di una storia c’è anche chi riesce a non viversi grandi drammi, non è il mio caso.

Fractae

La definizione indie pop ti piace o ti sta stretta?
E’ così ossimorica che alla fine spacca. Cazzate a parte, se con indie intendi un’attitudine e con pop intendi un immaginario culturale allora ci sta, ma delle etichette in sé non mi è mai importato.

Sei stato per due volte finalista di Area Sanremo. Cosa ti hanno lasciato quelle esperienze e pensi ancora al Festival come un obiettivo?
Il Festival è culto, è la nostra Storia, è mia madre che canta le canzoni in cucina con gli occhi lucidi ma anche i meme sui momenti trash. Mi piacerebbe un giorno portarci una mia canzone, Area Sanremo è stata un bel momento di conoscenza e condivisione con altri artisti.

Nel corso degli anni hai composto anche musica per spot e cortometraggi. Ti piacerebbe cimentarti con una colonna sonora?
Al momento il mio focus è sul songwriting, non mi sentirei pronto a confrontare il mio lavoro con quello di giganti come Morricone.

Nel tuo passato ci sono studi al Centro di Formazione Musicale di Torino e all’Accademia Musicale Moderna. Ritieni che questi studi abbiano avuto un ruolo importante nel tuo percorso musicale successivo?
Sì la musica classica è molto più vicina al pop di quanto sembri, anzi dovrei rimettermi sotto con libri e partiture.

Fractae

Hai cantato e suonato in numerose rassegne e festival, sia in Italia che all’estero. C’è un concerto che ti è rimasto nel cuore?
Uno dei primissimi concerti fa ridere: 13/14 anni, la mia prima band indie rock, ci sentivamo delle rockstar e volevamo spaccare tutto ma suonavamo in una specie di ludoteca davanti a dei bambini che ci guardavano con la faccia da “ma questi stanno bene?”.

Consiglia un brano del tuo passato ai nostri lettori per conoscerti meglio…
Imadnv, è una canzone un po’ disperata come me qualche anno fa; ancora adesso la trovo autentica e con un alto voltaggio emotivo, dentro ci sono tutti i miei ascolti che, anche un po’ inconsapevolmente, hanno plasmato il mio gusto attuale.

Ti vedremo live prossimamente?
Sì, presto annunceremo sui social delle date, stay tuned.

Il video di Wasabi:

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Marco Pagliettini
Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome