Tiziano Ferro & Co. #iorestoacasa è l’appello degli artisti italiani, “uniti” contro il Coronavirus

0
Tiziano Ferro
©Riccardo Medana

Tanti sono i messaggi (scritti o cantanti) di incoraggiamento e sensibilizzazione che gli artisti italiani stanno lanciando, in queste ore, contro il Coronavirus. L’hashtag #iorestoacasa (già virale), è diventato di fatto il monito comune, da far giungere al pubblico che li segue con la speranza che, finalmente, in tutti noi si possa accendere una vera presa di coscienza per il grave allarme sanitario che stiamo vivendo.

Emma Marrone: Stiamo vivendo giorni davvero difficili.. di quelli che “sembra puoi far tutto e invece non puoi fare niente ..
Vi mando un bacio leggero sul cuore e un grande abbraccio virtuale..
Un grande applauso a tutti i medici e gli infermieri che lavorano senza sosta per arginare questo virus!
Seguite le regole .. ognuno di noi può fare qualcosa di utile e limitare i danni!
Con affetto
Emma 💙

Syria: Affinché la curva di questa infezione non aumenti e il sistema sanitario collassi c’è bisogno di rallentare i contagi, dobbiamo sacrificarci, dobbiamo collaborare, unire le forze.
Questo non significa non prendere un pò d’aria ed uscire con i propri figli… io lo faccio nel mio quartiere, rispettando le regole, il tempo di prendere un pò d’aria lontana dai posti
affollati e torno a casa…, non ho alternative.
andrà tutto bene!!!
#coraggio 💪💪💪💪💪💪❤ #regionelombardia #coronavirus
Abbiamo una grande responsabilità,
ognuno i propri motivi, le proprie storie da gestire, giustificare, ma non facciamoci pendere dal panico🙏è una situazione d’emergenza.

Laura Pausini: Il momento che stiamo vivendo in Italia è difficile per tutti noi e rispettare con civiltà le regole è un dovere, sapete bene che ogni volta che uniti abbiamo seguito un obbiettivo, abbiamo raggiunto grandi risultati.

Giuliano Sangiorgi: Le immagini di tutte quelle persone che ieri scappavano da Milano e assalivano l’ultimo treno che li avrebbe ripotati a casa, dai propri affetti, sono ancora impresse nella mia mente… Cucino il ragù della domenica, fingo che sia tutto normale , come sempre.
Giro e rigiro quel sugo, che stella ama tanto. Smetto, lo faccio riposare e penso che ho del tempo per mettere nero su bianco i miei pensieri e, magari, ho il tempo pure di cantarli, prima di riprendere la cura del mio ragù. Sento che è giusto condividere queste parole nuove con voi, scritte per voi, per me… per capire o per cercare almeno di farlo. La musica, tante volte, mi ha aiutato a comprendere, a comprendermi.
Tante canzoni, quelle rimaste nel cassetto, ma vi assicuro, mi hanno aiutato tanto, anche senza essere pubblicate, senza essere dei successi.
Questa no, voglio dedicarvela, per annullare le distanze e per sentirvi in questa stanza tutti.
Torno al mio ragù e vi aspetto, aspetto che tutto torni a girare nel senso giusto come questo mio ragù, come questa mia canzone…

Restiamo a casa

Sono giorni
che ci penso…
Vorrei incontrarti,
ma non si può.

Sono ore, lunghe ore
passate solo ad aspettare
che qualcuno sappia dire
qualcosa che faccia sperare,
che questa maledetta storia
sia sul punto di finire
e insieme, finalmente, noi
domani torneremo a uscire

A incontrarci per le strade
come un tempo in un locale,
con un sogno e una birra in mano
e una strana gioia, qui, nel cuore,
che è difficile da capire
perchè sembra sia normale #.
Ma da questi giorni qui
tutto sarà un po’ speciale

E intanto noi restiamo a casa, così…
In quel cassetto ho molti libri
e un bel film

Facciamo finta che là fuori piove
e che quel sole tarda ad arrivare
Ma è solo tempo
da rispettare.
Cne dici potremmo fare l’amore?

Approfittiamone per ricordare
quanto è importante la vita insieme.
È poco tempo!
C’è solo da aspettare!
Ti giuro torneremo a fare l’amore… Per ora resta casa qui con me.
Per ora resta a casa.
Fallo per te e per me
E per noi!

Levante: Rimanere a casa e adottare le misure di sicurezza richieste dallo Stato in questa situazione di emergenza è importantissimo. La regola ci libera. Torneremo a festeggiare la vita al più presto ma prima salviamo la nostra e quella di tutti gli altri.
Oggi avrei voluto rivedere la mia famiglia, tutte le mie donne preferite che non vedo da tanto tempo, ma non posso.
Questo è anche un tempo prezioso, un tempo da gestire al meglio, da utilizzare per fare tutto ciò che non abbiamo mai modo di fare nelle nostre vite frenetiche.
Oltre a lavorare da remoto dovremmo tutti gestire queste giornate in maniera intelligente.
Riprendiamo in mano i libri, i dischi, i nostri hobby…

Max Pezzali: Sono cresciuto dando per scontato il diritto alla libertà di movimento e di aggregazione: poter andare dove mi pare, con chi mi pare, quando mi pare.
Ma questa è una situazione nuova, non ricordo che sia mai accaduto niente di simile prima d’ora.
Non sono un esperto, di questa emergenza so quello che tutti vediamo alla televisione e che leggiamo sui giornali e in rete.
Credo che per fermare il contagio dobbiamo attenerci scrupolosamente alle regole stabilite dal nostro Governo su indicazione degli esperti, senza se e senza ma.
Sarà scomodo, sarà fastidioso, sarà complicato, ma prima reagiamo, prima ne usciamo

Eros Ramazzotti: Ciao ragazzi, ascoltate qui! È importante
#stateacasa #andratuttobene

Francesco Gabbani: Nel rispetto delle norme che ci vengono date e che invito tutti a rispettare per poter superare questa emergenza sanitaria, dobbiamo obbligarci alla distanza l’uno dall’altro.
Ho pensato di fare un live casalingo martedì in diretta su Instagram, per sentirvi più vicini dopo la cancellazione di tutti i miei impegni dei giorni scorsi e prossimi, ed espirimere ancora una volta il concetto del Viceversa.
La mia grande speranza é che, quando supereremo questa crisi, la distanza forzata tra le persone possa divenire un motore per farci riavvicinare ed essere più uniti rispetto a prima.

Ho letto che, nella lingua cinese, la parola crisi è composta da due ideogrammi, il primo “wei” che significa problema, e il secondo “ji” che significa opportunità.

#iostoacasa #restiamoacasa”

Ermal Meta: Restate a casa il più possibile. Non sottovalutiamo quello che succede. Finirà bene (a tal proposito, Ermal ha pubblicato, a sorpresa, anche l’inedito Finirà bene)

Tiromancino: Buongiorno ragazzi.
Alla luce delle nuove disposizioni del governo e della sanità, ora tocca ad ognuno di noi rispettare le regole per evitare che la situazione, già grave, vada definitivamente fuori controllo.
È dannoso in questo momento andarsene in giro in luoghi affollati, creare assembramenti, non rispettare le indicazioni di sicurezza, contestare quanto deciso dalle istituzioni, cercare teorie di complotto, fare polemiche e prendere in ogni modo sotto gamba la cosa.
Sono dannosi pure i post a sfondo sarcastico ( o peggio a presa per il culo) così come diffondere notizie approssimative e spesso fake.
In questi casi bisogna seguire gli esperti attenendosi alle regole in maniera scrupolosa e responsabile e la cosa lentamente rientrerà.
Il popolo cinese ha osservato i vari regolamenti e restrizioni e la situazione é infatti in netto miglioramento..
Il mio settore é tra i più colpiti ma ora non ci penso… perché bisogna pensare SOLO alla salute di tutti noi !
È un sacrificio ma va portato avanti con serietà e senso civico.
Il nostro paese ha bisogno del nostro aiuto.
La situazione negli ospedali é critica e noi dobbiamo proteggere noi stessi, i nostri cari, i nostri nonni…ma anche ogni cittadino italiano.
Mi raccomando : state il più possibile a casa.
Leggete, studiate, create, lavorate se potete da li, ascoltate musica e guardate film.
Cosa dover fare per limitare i danni e tornare alla nostre vite
lo sappiamo.
Facciamolo e basta .
Un abbraccio fortissimo 🙏❤
Fede

Noemi: Oggi voglio cogliere l’occasione di ringraziare tutte le donne impegnate in prima linea nell’affrontare l’emergenza Corona Virus.
Siete delle rocce!!!
Mi raccomando rispettiamo le regole per prevenire il contagio.
NON METTIAMO IN QUARANTENA I SENTIMENTI ma diamo vita ad un gesto di affetto e protezione nei confronti dei più deboli.

Paola Turci: Adesso è la cosa più giusta da fare
#iorestoacasa

Claudio Baglioni: #iostoacasa
e ci resto
finché servirà per il bene di tutti.
Per non doverci stare dopo.
Più a lungo e forse male.
Un piccolo sacrificio adesso, per evitarne uno più grande domani.
#iostoacasa

Malika Ayane: Dicono di stare a casa. Eseguo gli ordini

Tosca: Inutile dire che chi può rimanga a casa.. so bene che c’è chi deve lavorare e spero che presto si trovi una soluzione per tutti .. mi rivolgo a coloro che non hanno capito quanto sia importante rimanere a casa e non fare finta di niente…
#Restiamoacasa!

Jovanotti: L’unico modo che ognuno di noi ha per fare la sua parte per uscire prima possibile da questa situazione è rispettare le regole senza fare di testa propria, seguendo le indicazioni degli esperti e le ordinanze di legge, anche se per alcuni è più difficile che per altri e può sembrare un sacrificio apparentemente esagerato. Dobbiamo frenare la diffusione del contagio. E non sarà mai abbastanza grande la gratitudine per chi in questi giorni opera in prima linea.
Forza! #nopanic
restiamoacasa #coronavirus #iorestoacasa

Luciano Ligabue: La cosa è seria, ragazzi. Aiutiamoli(ci) a contenere il contagio.
#iorestoacasa #coronavirus #covid19italia #covid19

Biagio Antonacci: Presto torneremo a cantare, a stare vicini, a baciarci e abbracciarci liberi e disinvolti, come abbiamo sempre fatto. Presto ci ritroveremo in mezzo alla musica e non avremo più paura.
Ogni nota di questa chitarra oggi suona di questo passato e di questo futuro.
Ogni nota di questa chitarra è dedicata a tutte le donne e gli uomini – medici, infermieri, volontari, operatori, amministratori, ricercatori – tutti gli esseri altruisti che si prendono cura di noi.

Alessandra Amoroso: So che sono momenti difficili per tutti ma quello che dobbiamo fare ora è farci forza e coraggio e, nonostante la paura, seguire TUTTE le indicazioni e le regole. Non possiamo fare a modo nostro, per rispetto verso noi stessi e verso gli altri, soprattutto i più deboli!
SCAPPARE DALLE ZONE ROSSE È UNA GRANDE MANCANZA DI RISPETTO NEI CONFRONTI DI TUTTI, COMPRESE TUTTE LE PERSONE CHE VIVONO NELLA REGIONE DI DESTINAZIONE E CHE POTREBBERO ESSERE ESPOSTE AL VIRUS DA CHI SI MUOVE.
È il momento di SOSTENERCI: dimostriamolo con il nostro comportamento!
Un grazie immenso e gigante da parte mia a medici, infermieri e TUTTO il personale sanitario che senza sosta e senza riposo da giorni sono a disposizione e al servizio di tutti: SIETE I NOSTRI EROI.
È anche per loro che DOBBIAMO ESSERE RESPONSABILI.

Fiorella Mannoia: I ragazzi e le ragazze pensano che questa cosa del Coronavirus non li riguardi e continuano a uscire tranquillamente, così incoscientemente rischiano di far veicolare il pericolo di contagio. Ragazzi, per una questione di altruismo, responsabilità e generosità, fatelo per i vostri genitori, per i vostri nonni. State a casa. Passerà presto. Grazie. ❤ #iostoacasa

Pinguini Tattici Nucleari: Ponzio Pilato se ne lavò le mani perché non gli interessava degli altri, noi laviamocele per l’esatto opposto
#iorestoacasa #dairagazzi #celafaremo

Nek: Dobbiamo essere responsabili e avere un occhio di riguardo verso noi stessi, verso i nostri cari e verso tutti. Non molliamo e facciamo la nostra parte! 💪🏼
#iostoacasa #iorestoacasa

Annalisa: Nel caso non si fosse ancora capito bene #iorestoacasa #iostoacasa #COVID19italia #StateACasa

Achille Lauro: Mai come ora i social si rivelano fondamentali per la comunicazione tra me e voi.
Ci tengo ad incoraggiarmi nel rimanere lucidi nella situazione di emergenza che stiamo vivendo e soprattutto a rispettare rigorosamente le indicazioni che ci vengono fornite per contenere l’emergenza sanitaria.
Fate in modo che il vostro senso civico prevalga perché in questo momento non possiamo continuare a vivere come se nulla fosse o non ci riguardasse.
Con pazienza, responsabilità e coraggio, riusciremo ad arginare questa situazione.
Quando tutto questo terminerà, ameremo ancora di più quello a cui stiamo temporaneamente rinunciando.
Mi raccomando, mi fido di voi.

Fabrizio Moro: Stiamo attraversando un momento particolarmente difficile. Alcuni se ne sono accorti prima, altri se ne stanno accorgendo, altri ancora continuano a far finta di nulla… ed è soprattutto quelli che continuano a far finta di nulla che vorrei alzare il volume di queste parole.

C’è una cosa fondamentale che dobbiamo capire in questi giorni: ogni nostra azione avrà un effetto determinante sulla diffusione o sull’arresto di questo maledetto nemico che abbiamo conosciuto con il nome di coronavirus. Sospendere le nostre abitudini quotidiane può sembrarci impossibile e enormemente complicato ma oggi è diventato indispensabile per contenere la furia di questa epidemia ormai fuori controllo. Noi e solo noi possiamo migliorare questa situazione è l’unico modo per essere veramente utili e cercare di evitare il contagio! Ognuno di noi diventa perciò una pedina fondamentale per sconfiggere questa piaga che ha in poco tempo cambiato le prospettive di un intero pianeta. Usciamo di casa solo se necessario e con le dovute precauzioni, incontriamo altra gente solo se necessario e con le dovute precauzioni, cerchiamo di salvaguardare in primis sulle persone intorno a noi, a partire da quelli che amiamo, i nostri figli, i nostri genitori, gli amici (soprattutto quelli che non godono di buona salute), gli anziani e tutti gli altri!
Rinviate le vostre settimane bianche e evitate di stare in posti chiusi affollati. Se avete sintomi chiamate i numeri di riferimento e seguite le istruzioni, evitando di intasare le corsie del vostro pronto soccorso, perché, se avete per qualche strano caso contratto il virus, poi lo passerete anche ad altri e ad altri ad altri e così via…

State a casa se potete, se dovete andare a lavorare, tornate a casa subito dopo, non prendete i treni, gli autobus, la metro, non viaggiate se vi è possibile. Guardate un film, una serie TV, leggete, imparate a suonare, guardate il soffitto, ma non uscite se non è veramente necessario.

Mi rivolgo soprattutto ai ragazzi più giovani quelli che si sentono invincibili… e mi rivolgo anche e soprattutto i nostri governatori: scriviamo per una volta, in tutto questo caos, una bella pagina della nostra storia, dimostrando a tutti quelli che puntano il dito contro il nostro Paese, sottolineando spesso che l’Italia è una terra di superficiali e irresponsabili, mafiosi e pizzaroli menefreghisti, che invece si sbagliano.

Restiamo uniti in questa emergenza, al di là del colore politico e mettendo da parte l’astio che c’è fra noi popolo e fra chi ci governa… per una volta diventiamo italiani, tutti… perché di tutti c’è bisogno, di ognuno di noi, ognuno col suo “peso” specifico.

È un brutto momento ma, non so perché, ho la netta sensazione che ne usciremo più forti di prima e che questo buco nero, diventerà presto un ricordo, un brutto ricordo che servirà solo a unirci e a rafforzare finalmente la nostra identità, perché l’unica cosa che può vincere contro un mostro i contorni poco delineati è il buon senso confido in noi. #iostoacasa (con video)

Gigi D’Alessio: Come ben sapete stiamo vivendo un’emergenza, e il governo ci invita giustamente a rimanere a casa il più possibile per evitare la diffusione del coronavirus. La casa è il riparo da tutto e da tutti, riscopriamo il piacere di stare a casa, è per il bene di tutti. #iostoacasa #iononesco

Francesco Renga: È un periodo difficile, ma allo stesso tempo importante, è serio e non va sottovalutato. Dobbiamo tutti essere responsabili per noi stessi e per gli altri.
Siamo forti se agiamo insieme, questo è senso civico! Non sottovalutiamo le indicazioni che danno. Seguiamole con rispetto e con coscienza per noi stessi, per chi amiamo e soprattutto per gli altri.
Questo momento passerà e apprezzeremo ancora di più quello che oggi è meglio non fare.
Stiamo a casa con la famiglia, leggiamo, ascoltiamo musica, creiamo, scriviamo , pensiamo, cuciniamo, giochiamo, ci sono molte cose bellissime che si possono fare restando a casa. Facciamolo per i nostri figli, teniamoli occupati insieme con noi, ci sono milioni di modi per sconfiggere la noia… usiamo questo periodo per scoprire cose che la “normalità” della vita ci ha fatto dimenticare… può diventare davvero un momento di crescita per ognuno di noi!
Mi raccomando state a casa.
#iostoacasa

Brunori Sas: A casa tutto bene. #restiamo a casa

Massimo Ranieri: (con video) #andratuttobene #iostoacasa

Vasco Rossi: Ragazzi la cosa è seria. Questa è una vera guerra. Dovete Seguire le direttive per non aggravare la situazione. Per il bene vostro e degli altri è il momento di combattere anche contro se stessi per avere un comportamento intelligente e responsabile .
Un abbraccio forte e un ringraziamento speciale a tutte le infermiere, gli infermieri i medici e tutto il personale sanitario impegnato in prima linea che in questo momento sta affrontando con coraggio e grande impegno questa gravissima situazione !
#iorestoacasa #iostoacasa #andratuttobene

Elio e le Storie Tese: Cari amici, lo sappiamo: la tentazione di uscire, fare festa e stare fuori fino a tardi, tipo mezzanotte e mezza o l’una è forte, ma la situazione è seria, quindi per una volta ascoltate il matusa che è in voi e fate come noi, STATE A CASA!
#iostoacasa”

Giorgia: E niente, bisogna stare in casa, il pericolo di contagio è troppo elevato, e ci dicono che l’unico modo per contrastare l’emergenza è evitare i contatti, l’isolamento è un sacrificio sotto tanti punti di vista ma ora è la più efficace arma che abbiamo.

Giusy Ferreri: #iostoacasa #andràtuttobene #iorestoacasa #noistiamoacasa

Tiziano Ferro: #iorestoacasa
Ascoltiamo le direttive.
So che non è facile ma la situazione adesso è drammatica in ogni parte del mondo.
Siate generosi con voi stessi, prendetevi anche il tempo che non avete – per scelta o ahimè per forza.
Oggi ho deciso per esempio di provare a cantare un brano che mi piace. Senza ambizione, solo per il piacere di farlo.
Se siete su questa pagina e vi piace – più o meno -quello che faccio vi invito a chiedermi una canzone.
Cosa vi piacerebbe cantassi per voi sui social?
Proviamo ad essere indulgenti e gentili l’uno con gli altro, evitiamo commenti brutti. Dimostriamo a tutti che anche in un momento così triste, sappiamo costruire
#andratuttobene

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome