Il tribunale ha deciso: Stairway to heaven non è un plagio

0
stairway to heaven

Stairway to heaven non è un plagio. Parola della Corte d’appello di San Francisco, che con la sua decisione pone fine a un caso iniziato nel 2014, quando Michael Skidmore accusò Robert Plant e Jimmy Page di essersi ispirati (per usare un eufemismo) a Taurus degli Spirit, per scrivere uno dei pezzi più famosi di tutti i tempi.

Dal canto suo, Robert Plant si era difeso dalle accuse affermando che, nonostante possedesse proprio l’album degli Spirit contenente la canzone incriminata, aveva ascoltato Taurus per la prima volta soltanto con l’avvento di internet e dei video su Youtube che paragonavano i due pezzi. Il tutto, smentito da Michael Ware, pronto a dichiarare di aver visto lo stesso Plant tra il pubblico in occasione del concerto degli Spirit a Birmingham, nel 1970.

Accuse inutili: già nel 2016, dopo un processo durato oltre un mese, la Corte aveva stabilito che, nonostante Plant e Page all’epoca potessero avere accesso al pezzo degli Spirit, le canzoni non presentano delle somiglianze tali da motivare l’utilizzo del termine “plagio”.

E ora la Corte d’appello (composta da 11 magistrati) mette una pietra tombale sulla vicenda, confermando che non ci sono elementi “intrinsecamente simili” come prevede la legge sul copyright.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome