“Oceano, ora”, il primo album di Pattoni: «Canzoni molto private, spero vi facciano stare bene»

0
Pattoni

Si intitola Oceano, ora l’album d’esordio del giovane cantautore Pattoni (all’anagrafe il nome è Mattia), pubblicato da Vina Records. Un album che arriva a distanza di pochi mesi dai tre singoli pubblicati dallo stesso Pattoni a fine 2019: Oceano, Ho bisogno di parlare con qualcuno e Astronave. I primi due, detto per inciso, sono stati inseriti nella playlist “Scuola Indie” di Spotify. Pattoni è autore di musica e testi di tutte le nove canzoni del disco, due delle quali sono strumentali. Lo abbiamo intervistato per farci presentare questo suo esordio discografico.

Pattoni

Com’è nata Oceano, ora? Ci racconti la gestazione del disco?
Ho scritto delle canzoni, molto private che mai avrei pensato di far ascoltare a qualcuno! Poi un amico ha insistito perché le ascoltasse e così è stato! Lo stesso amico mi ha convinto a lavorarci su. L’ho fatto per due volte e per due volte ho smesso. Così ho riiniziato per la terza volta, ho sentito che la cosa mi faceva stare bene e sono andato avanti. A questo punto ero troppo avanti per tornare indietro e poi mi sentivo d’avvero bene! Abbiamo fatto e disfatto, tolto ed aggiunto per arrivare alla forma finale ed alla fine eccolo qui!

Come definiresti la tua musica?
Sicuramente molto personale, sono mie riflessioni sulle cose, credo alla fine anche molto sincera!  Ma questa è solo la mia versione della storia!

Il disco contiene anche due brani strumentali. Perché questa scelta piuttosto insolita di questi tempi?
Amo i brani strumentali! Diciamo che Strumentale Uno è un giro di chitarra con il quale ho spaccato la testa ai miei coinquilini per mesi, per cui mi sentivo obbligato a metterlo dentro. Invece Strumentale Due è frutto della stessa passione condivisa con Filippo, in arte Vrcvs, la mia chitarra con le sue armonie. Puro splendore!

Il primo singolo risale a pochi mesi fa. Cosa ti ha spinto a pubblicare canzoni?
Come dicevo mai avrei pensato di far ascoltare queste canzoni a qualcuno, mi hanno convinto ed ho cercato di non pensarci troppo. Mi sono e mi sto lasciando trasportare dalla corrente sperando che possano far star bene le persone, niente di più!

Pattoni

Perché hai deciso di pubblicare un album invece di fare uscire i singoli uno alla volta?
Prima del disco sono usciti tre brani, a distanza di circa un mese uno dall’altro, poi il lavoro intero! Diciamo che mi fido di chi ne sa più di me su queste cose, io scrivo solo canzoni!

Cosa vedi nel tuo futuro musicale dopo questo primo album?
Ho molte canzoni pronte, ovvero bozze chitarra voce registrate sul telefono! Se il solito amico arriva con il fucile puntato credo di essere più pronto di prima a non opporre resistenza.

Che musica ascolti, quali sono i tuoi punti di riferimento?
Attualmente mi piace molto la musica italiana anni sessanta! Ma cambio ogni ora per cui non saprei dirti, in Italia mi piace molto Vasco Brondi, sia per come scrive che musicalmente, per cui mi piacerebbe berci una birretta insieme!

Passato, speriamo il prima possibile, questo difficile momento, vorresti portare il tuo lavoro anche in una dimensione live?
Assolutamente sì, ovunque, anche in redazione da voi se volete, quando sarà possibile organizziamo!?

Il video di Oceano:

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Marco Pagliettini
Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome