Springsteen ai tempi del Covid-19, una canzone al giorno: “Back In Your Arms Again”

0

Sono tempi difficili quelli che viviamo in questi giorni, soprattutto perché mai nella nostra vita avremmo immaginato di vivere una cosa del genere. Sembra di essere in un film di fantascienza, di quelli in cui va tutto male e si aspetta solo l’immancabile arrivo dei buoni che salveranno la Terra e tutto tornerà come prima. In attesa che tutto ciò accada, ho deciso di fare una rubrica nella rubrica, ovvero scrivere di una canzone di Bruce Springsteen al giorno per allontanare la malinconia, ascoltarla insieme e aspettare che il Covid-19 sparisca. Nel frattempo dunque con una canzone al giorno di Bruce Springsteen la nostra quarantena potrà passare più velocemente.

Cominciamo oggi, domenica 22 marzo 2020, con Back In Your Arms Again, un brano di grande speranza, una bellissima canzone d’amore registrata il 12 gennaio del 1995 alla Hit Factory di New York, che doveva essere inserita nel Greatest Hits uscito a fine febbraio dello stesso anno. La pubblicazione ufficiale slittò invece di  quattro anni, quando venne inserita su Tracks. Nel frattempo però Bruce ce l’aveva fatta ascoltare nel VHS Blood Brothers. Springsteen la suonò per la prima volta in pubblico il 4 agosto 1999 ad East Rutherford nel New Jersey,  riprendendola poi in vari altri tour, quasi sempre su richiesta del pubblico, come accaduto nel 2014, durante l’High Hopes Tour . Il video che riporto in fondo  è stato grato all’Entertainment Centre di Adelaide l’11 febbraio.

Il testo di Back In Your Arms Again racconta di un uomo che per tutta la sua vita è stato prigioniero della sua stessa cecità, un uomo che si rammarica di aver accolto la sua donna con indifferenza senza nemmeno sapere perché. E che ora che tutto è finito, l’unica cosa che vorrebbe è quella di tornare tra le sue braccia. E’ una ballata struggente che evidenzia tutto il senso di solitudine di cui Bruce ci ha parlato tante volte e quello di inutilità che provano i suoi personaggi maschili ogni volta che si ritrovano senza una donna al loro fianco.

Dice Springsteen presentando questa canzone ad Adelaide: «Uno dei miei più grandi mentori è stato Joe Tex, un cantante che cantava canzoni bellissime come ‘Skinny Legs and All’ (se volete ascoltarla cercatela con il testo e capirete perché Bruce la prende come riferimento per questo suo brano, NDA). Tenete duro, aggrappatevi a quello che avete raggiunto, tenetevi stretto quello che avete, tutti noi qui dentro abbiamo vissuto delle belle cose, ognuno  di noi ha avuto una bella storia  poi mandi tutto a puttane e allora  provi a risistemare le cose. Ci sono diversi modi per farlo, io ho capito che il migliore è farsene una ragione, fare un passo indietro e semplicemente…. ti metti in ginocchio, il tuo velo è strappato, non ti devi vergognare affatto di chiedere scusa al momento giusto ‘Amore io… Dammi solo… Ti prometto…’.  A volte funziona, a volte no».

Mettete il video a tutto schermo, alzate il volume e ascoltate attentamente. È un pezzo struggente, malinconico, nostalgico, meraviglioso che però ha anche un fortissimo senso di speranza. Quello che tutti noi vogliamo in questo momento , tutti noi desideriamo con forza tornare  nella braccia di qualcuno. Teniamo duro, tutti insieme, e presto torneremo ad abbracciarci!

#stiamoacasa, #brucespringsteen, #letsplaythemusic

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Patrizia De Rossi
Patrizia De Rossi è nata a Roma dove vive e lavora come giornalista, autrice e conduttrice di programmi radiofonici. Laureata in Letteratura Nord-Americana con la tesi La Poesia di Bruce Springsteen, nel 2014 ha pubblicato Bruce Springsteen e le donne. She’s the one (Imprimatur Editore), un libro sulle figure femminili nelle canzoni del Boss. Ha lavorato a Rai Stereo Notte, Radio M100, Radio Città Futura, Enel Radio. Tra i libri pubblicati due su Luciano Ligabue: Certe notti sogno Elvis (Giorgio Lucas Editore, 1995) e Quante cose che non sai di me – Le 7 anime di Ligabue (Arcana, 2011). Uno (insieme a Ermanno Labianca) su Ben Harper, Arriverà una luce (Nuovi Equilibri, 2005) e uno su Gianna Nannini, Fiore di Ninfea (Arcana). Il suo ultimo libro, scritto con Mauro Alvisi, s'intitola "Autostop Generation" (Ultra Edizioni). Dal 2006 è direttore responsabile di Hitmania Magazine, periodico di musica spettacolo e culture giovanili.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome