Paul McCartney si scaglia contro i “wet market” cinesi

0

Paul McCartney, vegetariano convinto, è diventatato negli anni un paladino della lotta per i diritti degli animali. Ieri pomeriggio, nel corso di un’intervista radiofonica, ha anche chiesto al governo cinese di chiudere i famigerati wet market dopo che alcuni li hanno collegati alla primissima diffusione del coronavirus. «È una cosa molto seria ed è per questo che qualcuno deve assolutamente fare qualcosa al riguardo» ha detto l’ex Beatle.

Parlando con Howard Stern nel suo programma radiofonico SiriusXM, ha aggiunto: «Potrebbero anche scatenare guerre perché sta colpendo il mondo intero. Chiunque sia responsabile di questo è in guerra con il mondo e se stesso».

Paul inoltre ha raccontato della sua quarantena: attualmente si trova nel Sussex, dove è con una delle sue figlie. «L’unica cosa negativa è che Nancy [sua moglie] è a New York, quindi abbiamo una separazione forzata». I due infatti si trovavano in vacanza insieme, quando Nancy è dovuta tornare a New York per occuparsi di alcune questioni familiari, rimanendo di fatto bloccati.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Mattia Luconi
Di origini torinesi, ma trapiantato ormai da diversi anni in quella magnifica terra che ha dato i natali ai più grandi musicisti italiani, l'Emilia. Idealista e sognatore per natura, con una spiccata sindrome di Peter Pan e con un grande amore che spazia dal Brit rock passando per quello a stelle e strisce, fino ai grandi interpreti italiani. Il tutto condito da una passione pura, vera e intensa per la musica dal vivo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome