Star Wars Day ai tempi del Covid: gli speciali su Disney+

0

May the Fourth… be with you: un errore? No, una data. E non una data qualsiasi, perché quel “May the Force be with you” tutti noi fin dal 1977, anno di uscita di A New Hope, lo consideriamo frase simbolo del mondo fantastico creato da George Lucas, contemporaneo ispiratore di sogni e piccole grandi rivoluzioni socioculturali presso una platea sempre più vasta di fan, che negli anni lo hanno ampliato, arricchito e non di rado rimodellato con la propria inventiva trasformandolo in un universo parallelo capace di incarnare e sublimare pregi e difetti del nostro. Il 4 maggio, dunque, è stato eletto, per assonanza, giorno dedicato alla celebrazione di tutto quanto è Star Wars tramite convention, presentazioni di merchandising originale e incontri con i protagonisti storici e nuovi di lavori iconici e crossmediali, che spaziano dal Cinema, ai fumetti, allo streaming online. L’emergenza planetaria legata alla pandemia da Coronavirus ha inciso anche su questo attesissimo appuntamento, e si è perciò deciso di adattare lo Star Wars Day alle nuove, drammatiche circostanze.

La Disney ha dunque annunciato, proprio per il 4 maggio, il lancio sulla propria piattaforma Disney+ di un esclusivo, ricchissimo dietro le quinte dedicato a The Mandalorian, la prima live action series nata nel mondo lucasiano e già considerata da critica e pubblico la migliore produzione legata all’universo SW dai tempi della trilogia originale: otto puntate durante le quali il creatore Jon Favreau e il cast, capitanato da Pedro Pascal, interprete del misterioso e solitario cacciatore di taglie “un po’ samurai, un po’ Clint (Eastwoood)” come lui stesso l’ha definito, guideranno gli spettatori lungo il viaggio nel cuore di una produzione tecnologicamente innovativa e insieme pulsante di realismo emotivo — una tessitura organica tra il classico spaghetti western e le suggestioni scolpite da decenni nell’immaginario chi è cresciuto osservando il cielo alla ricerca di Millennium Falcon, X-wings e TIE Fighters — capace di infondere nuova linfa a una franchise fiaccato da un ultimo trittico cinematografico caratterizzato da passi falsi narrativi e scelte registiche idiosincratiche.

Nelle parole di Favreau, Disney Gallery: The Mandalorian, questo il nome dello speciale, «rappresenterà per i fan della serie un’occasione per osservare dall’interno, da una prospettiva differente e più consapevole, come è nato “The Mandalorian”, e conoscere alcuni dei talentuosissimi artisti che hanno dato il loro contributo nel corso della prima stagione. Per noi è stata una bellissima avventura, e non vediamo l’ora di condividerla con voi».

A essere analizzati saranno il processo registico, l’eredità mutuata dai molteplici capitoli della Skywalker Saga, la costruzione dei personaggi da parte degli attori, la rivoluzionaria tecnologia Stagecraft utilizzata per generare ambienti e paesaggi, l’artigianato che ha portato alla creazione fisica di modelli, effetti speciali e forme di vita non umane, e la già iconica colonna sonora. Si tratterà, dunque, di una avventura imperdibile tanto per i superesperti storici, quanto per gli estimatori novelli o per quanti, semplicemente, amano lasciarsi incantare dalla magia dietro la magia.

La piattaforma a pagamento Disney+ — che, lo ricordiamo, abbraccia anche i marchi Marvel, Pixar e National Geographic — ha esordito sui piccoli schermi italiani lo scorso 24 marzo, rendendo disponibile ogni venerdì un nuovo episodio di The Mandalorian. Anche le otto puntate del documentario manterranno la collocazione del venerdì.

Il 4 maggio si concluderà anche l’avventura di The Clone Wars, serie d’animazione sviluppata e diretta da Dave Filoni (anche autore e regista per The Mandalorian) ambientata nel periodo tra Attack of the Clones e Revenge of the Sith (due dei tre film della prequel trilogy, usciti rispettivamente nel 2002 e nel 2005), il cui primo episodio è andato in scena nel 2008.

Stando ai rumors provenienti da Oltreoceano, nella seconda stagione di The Mandalorian, prevista per ottobre, le strade di Mando/Din Djarin e di Ahsoka Tano, divenuta nel tempo uno dei personaggi più amati di The Clone Wars, finiranno per incrociarsi, e a interpretare la multisfaccettata eroina coraggiosa e ribelle potrebbe essere la carismatica attrice americana Rosario Dawson, che già nel 2017 ha reso manifesto il suo desiderio di vestire i panni di Ahsoka.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome