Ermal Meta risponde alle offese di Vittorio Feltri nei confronti dei meridionali

3

Nel corso della trasmissione televisiva di Rete4 Fuori dal coro (del 21 aprile), condotta da Mario Giordano, il direttore di Libero Vittorio Feltri, si è espresso in maniera offensiva e discriminatoria nei confronti della Campania: «Perché mai dovremmo andare in Campania? A fare i parcheggiatori abusivi?»

E del Meridione in generale: «Non soffrono di complessi di inferiorità, in molti casi sono inferiori».

Le dichiarazioni gravissime di Feltri hanno mosso una serie di provvedimenti, con petizioni da parte di colleghi meridionali ed esposti inviati al Presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Lombardia, Alessandro Galimberti. Inoltre, il Senatore della Repubblica Sandro Ruotolo e lo scrittore napoletano Maurizio De Giovanni hanno deciso di agire in sede civile e penale nei suoi confronti, per istigazione all’odio.
Non è tutto: la stragrande maggioranza delle edicole del sud, hanno esposto un cartello al di fuori della propria attività, in cui rivendicano il diritto di non vendere più il quotidiano diretto da Feltri.

Stessa decisione è stata presa anche da diverse librerie, come la storica libreria Ave di Reggio Calabria, che rifiuta la vendita di libri scritti dal direttore di Libero.

All’indignazione generale, di cittadini e giornalisti, si è unita quella di Ermal Meta (che da ragazzino dall’Albania si è trasferito a Bari, con madre, fratello e sorella).

Il cantautore, con un post sui social, in cui cita alcuni tra i più grandi cantanti, scrittori e attori nati nel sud Italia, che sotto l’aspetto culturale hanno contribuito a scrivere la storia del nostro Paese, chiede a Feltri in cosa dovrebbero sentirsi inferiori i meridionali.

Quelle di Feltri non sono di certo opinioni, la sua non è libertà di pensiero, come sostiene Giordano. Si tratta di razzismo: ed è ora di dire basta.

3 COMMENTI

  1. Purtroppo alcuni giornalisti si arrogano il diritto che,in quanto tali, possano dire ciò che vogliono. Se li ascolti bene solo solo dei viscidi. Vogliono che si parli di loro in qualunque modo, non importa a chi sputano in faccia. È bello che Feltri questo sputo l’abbia lanciato contro vento!

  2. Mi vergogno di essere nata nel nord d’Italia e mi vergogno di essere concittadina di questo essere , chiedo scusa a tutto il sud anche se le sue parole, spero, non troveranno seguito e soprattutto seguaci. Lei è proprio una gran brutta persona .

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome