“Homemade”, l’album ‘fatto in casa’ di Luca Guerrieri

0
Homemade
Dopo i dj set in diretta, dopo i talk show dedicati alla musica elettronica, una scena che mai si è riuscita a raccontare nel modo giusto, che succede tra i dj? Ora che le riaperture dei locali in cui si fa aggregazione ovvero assembramento (…) sembrano lontanissime, come si sfugge alla crisi della creatività? Una soluzione, tra l’altro decisamente personale, l’ha trovata il dj toscano Luca Guerrieri, tra i suoi successi ci sono Tears e Harmony, quest’ultima suonata più e più volte da Pete Tong nel suo programma su BBC Radio 1.
Anzi due. Infatti Meet Music, il meeting dedicato a dj, addetti ai lavori e giovani talenti che a Follonica organizza da anni l’ha trasformato in Live One Line, un evento in streaming… Meet Music prenderà vita il 29 e 30 giugno. Ma nel frattempo? E soprattutto, un artista come un dj che è abituato al costante contatto col pubblico, cosa può fare? «Per fortuna la musica prende sempre strade originali. Se creare è un bisogno assoluto, un artista non può certo smettere di farlo, anche quando i dj set live sono un ricordo», racconta Luca Guerrieri. Il suo nuovo album si chiama Homemade ed è disponibile solo su Bandcamp, una piattaforma molto vicina alle esigenze degli artisti.
 Quasi sempre i dj creano musica partendo da un computer portatile, ma poi dallo studio di registrazione ci passano. «In questo questo caso invece tutto il lavoro è stato portato a termine usando solo il mio Apple Mac Book Pro, con Logic Audio, una tastiera Akai e un paio di cuffie Ollo.  Ho dovuto rinunciare a certe sfumature, ma sono totalmente soddisfatto dell’impatto sonoro».
 
E Homemade che suono ha? «È un ritorno alle origini della musica da ballare, alla filtered house, al funky e quindi pure alla disco», conclude Guerrieri. Il ritmo dell’album cambia di traccia in traccia: Funk in Loop e Believe sembrano fatte apposta per i club. Altri brani come Pulp e Never Looking Back sono  più lente. Non manca Waste Your Life, che non è una canzone “classica”, ma comunque un brano in cui la parte vocale è molto importante.
 

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Avatar
Giornalista & comunicatore (o viceversa), Lorenzo Tiezzi sta online più o meno tutto il giorno. Il sito della sua agenzia è www.lorenzotiezzi.it, il suo clubbing blog AllaDiscoteca.com. All'attività di comunicatore affianca quella di giornalista freelance. Scrive di tendenze, musica, nightlife, ovvero, riassumendo all’osso, di amenità. Fiorentino, classe ‘72, si è laureato in Dams Musica nel 1996. Prima di dedicarsi a giornalismo e comunicazione ha lavorato in tv come coautore e curatore (Tmc2, Mtv) e in teatro come direttore di palco. Appassionato di arte, vino e sport, nel novembre 2013 ha corso la sua prima maratona e punta tutto su un tempo improbabile (3h e 30’’).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome