#IoRestoACasa e vedo Cadaveri eccellenti

Dal romanzo di Leonardo Sciascia Il contesto

0
Cadaveri eccellenti

Restiamo a casa a vedere i classici di RaiPlay. Il link del film:

https://www.raiplay.it/programmi/cadaverieccellenti

In Sicilia tre alti magistrati vengono assassinati uno dopo l’altro. Ad indagare sui crimini è chiamato l’ispettore Rogas (Lino Ventura), che inizia a scartare le varie ipotesi investigative: la mano della mafia e la vendetta di un folle. Tra i sospettati vi è anche un farmacista che innocente ha passato alcuni anni di prigione. La catena degli omicidi nel frattempo continua a Roma e Rogas riceve l’ordine dall’alto di indagare sui gruppuscoli di estrema sinistra, ma ben presto si rende conto che un piano eversivo è pronto per essere messo in atto nel paese. Si incontra allora con il segretario del partito comunista per metterlo al corrente della grave situazione, ma un killer armato dai complottisti è in agguato.. Apologo politico in chiave kafkiana, il film del 1976 di Francesco Rosi interpretato con intensità da Lino Ventura doppiandosi in italiano e tra gli altri, Max von Sydow, Charles Vanel, Fernando Rey, Alain Cuny, Renato Salvadori, ha suscitato molte polemiche alla sua uscita nelle sale soprattutto a sinistra per la rappresentazione dell’Italia degli anni Settanta travolta dagli anni di piombo, con le rivolte giovanili e la difficoltà del maggior partito di opposizione nel combattere la corruzione. Inquietanti le immagini di un Sud alla deriva con la speculazione edilizia di Agrigento, i sacchi dell’immondizia nelle strade palermitane e il clima angosciante di una società dominata da forze minacciose e insospettabili.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome