Federico Poggipollini omaggia gli Skiantos con il suo nuovo brano, “Il chiodo”

0

È disponibile su tutti gli store digitali Il chiodo, il nuovo singolo di Federico Poggipollini. Si tratta a tutti gli effetti di un omaggio ai suoi concittadini Skiantos e a Freak Antoni: una rivisitazione in chiave acustica, chitarra e voce, della canzone della band bolognese contenuta nel disco Saluti da Cortina del 1993. Un testo che ha più di 25 anni ma che suona tremendamente attuale e che, nell’intimità dell’interpretazione di Capitan Fede, acquista una nuova e più intensa veste.

Il chiodo rappresenta anche il primo singolo che anticipa l’uscita dell’album Canzoni rubate prevista per l’autunno 2020. Un nuovo album in studio per Poggipollini che arriva a distanza di cinque anni dal suo ultimo disco, Nero, del 2015.

«”Il chiodo”, dall’album “Canzoni rubate”, è l’unico brano voce e chitarra e probabilmente è il più intimo del disco — racconta Federico — Nella mia testa c’era l’idea di omaggiare gli Skiantos, uno dei gruppi più importanti della mia vita. Ho scelto una versione così intima per non dover correre il rischio di imitare Freak Antoni, semplicemente perché sarebbe stato impossibile: vuoi per il suo modo di cantare vuoi per il suo modo di interpretare, ma mi ha sempre affascinato il suo modo di rendere tutto così ironico e allo stesso tempo dissacrante».

È online anche il videoclip realizzato con il contributo alle riprese di Riccardo Guernieri e girato durante la Fase 1 del lockdown dovuto alla pandemia da Covid-19.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Mattia Luconi
Di origini torinesi, ma trapiantato ormai da diversi anni in quella magnifica terra che ha dato i natali ai più grandi musicisti italiani, l'Emilia. Idealista e sognatore per natura, con una spiccata sindrome di Peter Pan e con un grande amore che spazia dal Brit rock passando per quello a stelle e strisce, fino ai grandi interpreti italiani. Il tutto condito da una passione pura, vera e intensa per la musica dal vivo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome