È morto Luigi Spagnol, l’editore che pubblicò in Italia Harry Potter

0
Luigi Spagnol

È morto a Milano, dov’era nato il 21 marzo 1961, l’editore e traduttore Luigi Spagnol. Aveva 59 anni ed era malato da tempo. Lascia la moglie Hanne i figli Antonio e Lara.

“Il lavoro dell’editore è ascoltare”, ripeteva spesso. Lui ascoltava, ma aveva anche un intuito pazzesco. Non a caso si deve a lui la pubblicazione in Italia di bestseller come la saga Harry Potter di J. K. Rowling, Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare di Luis Sepúlveda, Parola di Giobbe di Covatta, Cotto e mangiato di Benedetta Parodi.

A proposito della “scoperta” della saga di Harry Potter, Spagnol ha raccontato più volte di non essersi “accorto che fosse un fantasy. Ho pensato subito che fosse un classico per bambini. Dal primo libro non si intuisce quello che diventerà in seguito. Ho pensato che avrebbe venduto per molti anni a venire, come Roald Dahl o Pippi Calzelunghe. Però allora il fenomeno non era immaginabile. Ho l’impressione che la portata della saga, per intero, non fosse neanche nella mente della Rowling”.

Luigi Spagnol è nato e cresciuto nel mondo dell’editoria: suo padre Mario è stato un grande editore (ha lavorato per Bompiani, per Feltrinelli, per gli Oscar Mondadori e per la Rizzoli, fino a quando, nel 1979, gli fu affidato da Luciano Mauri il rilancio della Longanesi, casa editrice che guidò per vent’anni) e sua madre, Elena Vaccari, ha pubblicato diversi libri di gastronomia, firmandosi Elena Spagnol.

Dal 1980 Luigi Spagnol è stato prima responsabile editoriale e poi presidente della casa editrice Salani, e dal 2005, anno della costituzione, è stato vicepresidente del Gruppo editoriale Mauri Spagnol (GeMS).

Stefano Mauri, presidente di GeMS, lo ricorda con queste parole: “Per me è stato come avere un fratello sul lavoro. In più di trent’anni abbiamo condiviso tante avventure. Luigi era una persona di sostanza, non badava agli onori. Ora però voglio che sia chiaro a tutti chi è scomparso. È scomparsa la persona che con i suoi successi editoriali ha dimostrato più volte negli ultimi trent’anni di sapere meglio di chiunque altro che cosa è un libro, cosa può fare un libro per i lettori e fino a dove può arrivare. Vorrei tentare di spiegarlo con le sue parole: ‘I libri sono scritti da persone, letti da persone, venduti da persone, e parlano di persone. È dunque fondamentale che siano anche pubblicati da persone, libere di seguire le proprie idee, le proprie strategie e le proprie passioni”.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Redazione
Spettakolo! nasce nel 2015 e si occupa di cinema, musica, travel, hi-tech. Alla Redazione di Spettakolo! collaborano varie figure del mondo del giornalismo (e non) desiderose di raccontare tutto ciò che per loro è "spettacolo" (appunto).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome