Nastri d’Argento, la premiazione il 6 luglio a Roma

0
Nastri d'Argento

Era già stato anticipato nel giorno dell’annuncio delle nomination: le premiazioni dei Nastri d’Argento 2020 sarebbero state in presenza e non solo in streaming. Oggi abbiamo finalmente una data e un luogo: i premi saranno infatti consegnati il prossimo 6 luglio al museo MAXXI di Roma.

Non è un caso forse che la notizia arrivi proprio oggi, il 15 giugno 2020, data in cui ufficialmente riaprono le sale cinematografiche di tutta Italia. Nonché giorno in cui si celebrano i 100 anni dalla nascita di Alberto Sordi, uno dei più grandi attori del nostro Paese.

Quella appena trascorsa non è stata di certo una stagione semplice per il settore creativo e culturale e il Sindacato Nazionale dei Giornalisti Cinematografici ha deciso di organizzare una serata diversa e unica nel suo genere. Un evento che, quest’anno più che mai, riesca a celebrare le maestranze dello spettacolo, i lavoratori “invisibili” che, solitamente, compaiono unicamente nei titoli di coda ma hanno un ruolo fondamentale e insostituibile all’interno delle produzioni cinematografiche.

Non saranno quindi solo gli attori e i registi i protagonisti della 74esima edizione dei Nastri d’Argento, ma grande spazio sarà dedicato anche ai tecnici e agli artigiani  per cui l’augurio è soprattutto di poter tornare presto al lavoro e riaccendere i set e le luci in sala.

E quale scenario migliore per farlo se non Roma, la capitale del cinema italiano? Luogo perfetto per segnare la ripartenza auspicata e tanto attesa di uno dei settori più colpiti da questo periodo di crisi sanitaria ed economica.

Anna Ferzetti condurrà quindi la serata in diretta, non dal teatro antico di Taormina come era stato per il 2019, ma dal museo MAXXI, ormai tradizionale sede romana dei Nastri e istituzione attenta a ogni linguaggio della creatività del nostro tempo, trasformato per l’occasione in un inedito set.

La premiazione sarà inoltre trasmessa in diretta su Rai Movie. Nel corso della serata, a cura di Laura Delli Colli per i Giornalisti Cinematografici che producono l’evento, verranno inoltre consegnati, oltre ai tradizionali premi, il Nastro dell’anno per Volevo nascondermi di Giorgio Diritti, che premia il regista, i produttori (Carlo Degli Esposti e Nicola Serra per Palomar e Paolo Del Brocco per Rai Cinema) e lo straordinario protagonista Elio Germano (con un Nastro collettivo per l’intera squadra dei collaboratori tecnici). Ma anche il Nastro alla carriera a Toni Servillo e alcuni riconoscimenti speciali tra i quali il Nastro europeo, il Nastro della legalità, il Premio SIAE per la sceneggiatura e il Nuovoimaie destinato dallo scorso anno ai doppiatori professionisti e i Premi “Guglielmo Biraghi” e “Graziella Bonacchi” per i più giovani protagonisti dell’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome