Secondary Ticketing: maxi-multa di Agcom a Viagogo & co

0
secondary ticketing

Il problema del secondary ticketing affligge da anni il settore dello spettacolo, soprattutto i consumatori. A difesa di questi ultimi arriva in queste ore un segnale forte da parte di Agcom, che ha sanzionato i tre principali siti di rivendita di biglietti di eventi e concerti, ovvero Viagogo, Stubhub e Mywayticket.

Viagogo, Stubhub e Mywayticket sono stati multati per aver violato l’art. 1, comma 545, della legge 11 dicembre 2016, n. 232. Per contrastare l’elusione e l’evasione fiscale, oltre che per tutelare i consumatori, la norma contenuta nella legge di Bilancio del 2017, punisce chi vende biglietti per spettacoli e concerti ad un prezzo superiore al prezzo nominale. Nei casi più gravi è previsto anche l’oscuramento dei siti ma in questa decisione non è contemplato.

Tra gli eventi per i quali sono stati venduti biglietti a prezzi non consentiti vi sono i concerti di Vasco RossiEnnio MorriconeJovanottiEros RamazzottiElton JohnJack SavorettiDef LeppardElisaLaura Pausini e Biagio AntonacciThe Giornalisti, e gli spettacoli di Maurizio Battista. Tutti gli eventi interessati dalle violazioni si sono svolti tra marzo e settembre 2019. Una vittoria che premia chi ama la musica  e si è trovato troppo spesso a dover pagare per delle scorrettezze troppo a lungo celate.

“Bene, ottima notizia! Finalmente la condanna” ha commentato Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, l’associazione che aveva sollevato il problema del secondary ticketing e fatto un vero e proprio esposto per portare alla luce il problema . “È incredibile che il bagarinaggio online prosegua nonostante le condanne dell’Agcom e l’intervento del legislatore che ha comunque messo un freno a queste intollerabili e odiose speculazioni” – continua Dona – ” Chi va ad un concerto ha diritto di pagare il giusto prezzo del biglietto, senza ricarichi ingiustificati ed illegali”.

Non è altrettanto soddisfatto il Codacons, che valuta come insufficienti le misure adottate da Agcom.

“La multa inflitta dall’Agcom a Viagogo, Stubhub e Mywayticket non soddisfa pienamente l’associazione”, rende noto l’ente, “negli ultimi due anni abbiamo presentato decine e decine di esposti contro il secondary ticketing. L’intervento dell’Agcom appare tardivo perché i siti sanzionati hanno continuato a vendere nel tempo biglietti a prezzi elevati, ottenendo enormi guadagni che potevano essere bloccati oscurando in modo tempestivo i siti internet segnalati. Appare ora evidente che, alla luce della sanzione dell’Autorità, tutti i soggetti che hanno acquistato biglietti a prezzi maggiorati per concerti o altri eventi, devono essere rimborsati delle maggiori somme spese. In tal senso il Codacons sta studiando le possibili azioni legali in favore dei consumatori”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome