Sergio Castellitto, è suo il premio speciale #Giffoni50

L'attore e regista romano ritirerà il trofeo il prossimo 29 agosto, nell'ambito del Festival cinematografico più amato da giovani e giovanissimi che quest'anno spegne 50 candeline.

0
Sergio Castellitto

Interprete di alcuni tra i principali film italiani ed europei, sceneggiatore e regista, Sergio Castellitto sarà ospite, sabato 29 agosto, della seconda sezione della 50esima edizione del Giffoni Film Festival, per incontrare i masterclasser della sezione CULT e ricevere il premio speciale #Giffoni50.

Insignito per ben tre volte del David di Donatello (Il grande cocomero di Francesca Archibugi, Non ti muovere, che lo ha visto anche nelle vesti di regista, e Tre colonne in cronaca di Carlo Vanzina) è stato già ospite del Festival nel 2009, in occasione della 39esima edizione, per un viaggio nella creatività e nell’espressione artistica. Castellitto, che nel 1999 è passato dietro la macchina da presa con Libero Burro, ha negli anni ricoperto differenti ruoli sia per il cinema che per la televisione, dando sempre prova di grande professionalità e di rara versatilità. Strepitoso Joe Morelli in L’uomo delle stelle di Giuseppe Tornatore (premio speciale della giuria alla 52esima Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia) e iconico quanto malvagio re Miraz, l’usurpatore del trono dei Telemarini, in Le cronache di Narnia: il principe Caspian di Andrew Adamson (che vedeva tra le fila del suo cast anche un altro eccellente interprete italiano, Pierfrancesco Favino).

L’attore romano si è fatto notare anche per la sua abilità dietro la macchina da presa (tra i tanti titoli, il commovente Nessuno si salva da solo tratto dal romanzo di Margaret Mazzantini). Per il piccolo schermo ha interpretato diversi film tra cui: Il grande Fausto (Coppi) di Alberto Sironi (1993); Il Priore di Barbiana (Don Milani) di Antonio e Andrea Frazzi (1997); Padre Pio di Carlo Carlei (1999) e Ferrari (2001) sempre per la regia di Carlei, prodotto da Angelo Rizzoli per Mediaset. Per la regia di Maurizio Zaccaro, è il protagonista del film Il Sindaco pescatore, trasmesso da Rai 1 nel 2016 e dedicato alla memoria di Angelo Vassallo, il sindaco di Pollica ucciso nel 2010. Gli amanti delle serie TV lo hanno adorato nei panni di Giovanni Mari, lo psicanalista della serie culto In Treatment, andata in onda su Sky a partire da aprile 2013 conclusasi a marzo 2017 con la terza stagione.

Lo scorso 9 luglio Sergio Castellitto è stato protagonista, insieme a Isabella Ferrari, di Ci sono giorni che non accadono mai, in anteprima assoluta al Ravenna Festival, spettacolo a due voci diretto dallo stesso Castellitto (tornato alla regia teatrale dopo 15 anni), scritto da Valerio Cappelli e accompagnato dalle musiche inedite dello straordinario Maestro Ennio Morricone, scomparso il 6 di questo stesso mese.

Per tutte le novità sul Giffoni Film Festival 2020, vi rimandiamo al SITO UFFICIALE della kermesse.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Chiara Rita Persico
Classe ’83, nerd orgogliosa e convinta, sono laureata con lode in ingegneria dei sogni rumorosi ed eccessivi, ma con specializzazione in realismologia e contatto col suolo. Scrivo di spettacolo da sempre, in italiano e in inglese, e da sempre cerco di capirne un po’ di più della vita e i suoi arzigogoli guardandola attraverso il prisma delle creazioni artistiche di chi ha uno straordinario talento nel raccontarla con sincerità, poesia e autentica passione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome