The Old Guard

Dall'omonima graphic novel gli eroi che non possono morire mai. Quasi mai. Su Netflix

0

The Old Guard
di Gina Prince-Bythewood
con Charlize Theron, Marwan Kenzari, KiKi Layne, Luca Marinelli, Matthias Schoenaerts
su Netflix

La Theron è Andy la guerriera: sembra un incrocio della sua Aeon Flux con un pizzico di Mad Max e un quarto di Matrix più una buccia di Catwoman in salsa di Highlander. Andy è il diminutivo di Andromaca di Scitia, è sulla breccia da alcuni millenni e comanda un grupppo di mercenari (maschi) immortali che han fatto tutte le guerre del mondo (due nelle crociate a furia di ammazzarsi e rivivere si sono innamorati e sotto tortura si dicono cose poetiche) e accettano l’incarico di salvare delle bambine in uno stato africano. Cascano nella trappola di un ex della Cia. Tutti morti, trenta secondi dopo, sputati i proiettili, tutti vivi, come Wolverine e Deadpool. Non sanno perché ma le loro ferite guariscono da migliaia d’anni, provano tanto dolore, muoiono e risorgono, ma non per sempre. Agognano la fine? Quando verrà la fine? Perché all’improvviso si aggiunge a loro una soldatessa americana sgozzata e rinata? E cosa vuole da loro il solito scienziato pazzo, pardon, amministratore delegato di una casa farmaceutica? La solita cosa che volevano già dall’uomo invisibile e dai giovani X-Men: prenderli e farli a fette  per scoprire farmaci contro la morte. Questa miscela di supereroi killer zombi vampiri ninja viene dall’omonima graphic novel scritta da Greg Rucka e disegnata da Leandro Fernandez. E infatti è un film fumetto: trovate e snodi narrativi tutti derivati da altri mondi fumettistici, anche interessanti, combattimenti acrobatici (ma ancora lontani dal vuoto puro di John Wick), effetti speciali appesantiti da un bisogno di dare sostanza drammaturgica: quando i nostri immortali si fermano ahimè, sentenziano e l’effetto è “ma-che-peccato-perché-non-limitano-a-giocare-invece-di-lasciare-in-giro-frasi-immortali?”. Visto che nessuno muore mai in tempi normali è abbastanza logico che ci saranno dei sequel.

 

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome