Festival Orlando – Identità, relazioni, possibilità

Dal 4 all’8 agosto 2020 a Bergamo la manifestazione di cinema, danza, arte, teatro: il corpo, le identità di genere e gli orientamenti sessuali nella cultura contemporanea

0
Festival Orlando

A cura dell’Associazione Culturale Immaginare Orlando PS e Laboratorio 80 con il Comune di Bergamo

La settima edizione della manifestazione ha scelto di lavorare sul tema del piacere mettendo al centro il corpo e la mente, dove la sensorialità è intesa come strumento fondamentale di conoscenza del mondo. Le iniziative prendono il via martedì 4 agosto nella cornice di Esterno Notte, la storica rassegna di cinema all’aperto nel cortile della biblioteca Caversazzi nel cuore della città, dove verrà presentato il progetto Donne Over60, che lavora sulla liberazione della bellezza e della grande forza racchiuse al di là dei tabù e dei canoni imposti rispetto alle regole dell’età, in collaborazione con Festival Danza Estate e Lab 80 Film, OverTour di e con Silvia Gribaudi, coreografa, Andrea Zanoli, filmmaker. Attraverso un incontro performativo verranno raccontate le 3 tappe residenziali che hanno visto coinvolte le protagoniste e verrà mostrata anche una prima clip del film che si sta realizzando sul progetto. A seguire sarà proiettato il film Happy Ending di Hella Joof (Danimarca 2018), una commedia con protagonista la settantenne Helle, che dopo aver aspettato per una vita che il marito si ritirasse in pensione per poter passare del tempo insieme, si trova inaspettatamente sola, costretta a mettere in discussione le proprie certezze e aspettative. Nella giornata di mercoledì 5 e giovedì 6 agosto vi sarà la performance Save the last dance for me, presso l’Accademia Carrara, di Alessandro Sciarroni con Gianmaria Borzillo e Giovanfrancesco Giannini, evento di Festival Orlando e Festival Danza Estate con la collaborazione di Accademia Carrara, che avverrà con due repliche giornaliere. Sabato 8 Silvia Gribaudi sarà sul palco con il suo ultimo spettacolo, Graces, Premio Danza&Danza come miglior Produzione italiana dell’anno 2019, con Matteo Marchesi, Siro Guglielmi, Andrea Rampazzo e Silvia Gribaudi. Con umorismo ed empatia la coreografa eleva l’imperfezione umana a forma d’arte. Dal 5 all’8 novembre 2020 si terrà la seconda parte cinematografica della manifestazione.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome