A Udine tre giorni di festeggiamenti per il 74°compleanno di Freddie Mercury

6
Freddie Mercury

Si terrà a Udine la festa più cool, rock e glam dell’estate 2020! Esattamente come sarebbe piaciuta a Freddie Mercury, perché sarà proprio lui a essere festeggiato con due straordinari ed esclusivi eventi ai quali si potrà partecipare su prenotazione, che daranno vita ad unico mega party della durata di tre giorni in cui si celebrerà il 74° anniversario della sua nascita.

I festeggiamenti avranno inizio venerdì 4 settembre quando nel capoluogo friulano arriverà l’ospite d’onore, Peter Freestone, assistente personale per ben 12 anni del leggendario leader dei Queen. Peter ha vissuto al fianco di Freddie ricoprendo diversi ruoli, fu il suo capo cuoco nonché lavapiatti, cameriere, maggiordomo, segretario, aiuto domestico, consulente e responsabile della sua posta personale. Ha viaggiato con lui in tutto il mondo, hanno attraversato assieme i momenti più felici ma anche quelli più cupi, è stato la sua guardia del corpo quando era necessario e alla fine gli fece pure da infermiere.

Già nel pomeriggio di venerdì si potrà incontrare Peter, che racconterà i suoi ricordi di vita passati insieme all’uomo divenuto leggenda della Musica contemporanea. L’evento continuerà al Castello di Udine, splendida location in cui si terranno la cena ed anche il concerto omaggio ai Queen, eseguito dal vivo dal coro Gospel The NuVoices Project, diretto e curato da Rudy Fantin, un incredibile ensemble vocale composto da 18 cantanti che interpreteranno alcuni dei brani più belli della band inglese.
Accompagnato dal suo chitarrista e dal suo tastierista si esibirà anche il cantante ed attore Milan Šatník, molti fan dei Queen lo hanno visto recitare in un piccolo ruolo nel pluripremiato biopic Bohemian Rhapsody.

Sabato 5 settembre sarà la “data regina” dei tre giorni di festa, in cui cadrà quello che sarebbe dovuto essere il 74°compleanno di Freddie Mercury e per celebrarlo in pomposo “stile Mercuryano” si susseguiranno una serie di avvenimenti molto speciali: in mattinata verrà presentato per la prima volta in Italia il libro di Freestone, Freddie Mercury’s Royal Recipes, che raccoglie oltre 100 ricette dei piatti preferiti da Freddie che venivano preparati per lui. Seguirà il pranzo di compleanno con un menù appositamente realizzato da Peter, per far sentire i partecipanti come fossero degli invitati a Garden Lodge, ovvero a casa Mercury.
Nel tardo pomeriggio si apriranno i cancelli di Villa Tissano, una meravigliosa residenza gentilizia cinquecentesca immersa nel verde della pianura friulana a pochi minuti dalla città, dove con una cena super esclusiva ed il concerto dei Toys, celebre tribute band dei Queen, si continuerà a festeggiare fino a sera inoltrata.
Come ciliegina sulla torta sarà presente Stefano Del Fabro, applaudito cosplayer che per l’occasione vestirà i look di Freddie Mercury.
Sarà bene non dimenticare il party dress code: Be Freddie for a day, che farà scatenare la fantasia di ogni singolo partecipante.

Domenica 6 settembre ultimo giorno di festeggiamenti con una speciale colazione in “stile Mercury”, sempre organizzata da Peter, infine resterà il tempo per le ultime domande e i saluti all’ospite d’onore.
Nel pomeriggio, per chi volesse, sarà possibile fare una visita guidata gratuita nel centro di Udine, per ammirare le bellezze della città friulana.

Freddie diceva: «Se devi fare una cosa, falla con stile». Credo che gli organizzatori di questo strepitoso evento abbiano seguito alla lettera il suo detto!

Informazioni e prenotazioni per gli eventi

Happy Birthday Freddie! – Cena e Concerto e Esclusivo

Masterclass di Cucina con Peter Freestone

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Irene Zenarolla
Nasce a Udine nel 1973 Maestra d'Arte Orafa e Jewerly Designer, si definisce Queenologa purista per via della sua trentennale passione per la leggendaria band inglese, per la quale nel 1996 ha realizzato un pendente in oro raffigurante il primo logo del gruppo disegnato da Freddie Mercury, gioiello destinato ad un’asta di beneficenza che raccoglieva fondi per la Mercury Phoenix Trust. Appassionata di Storia del gioiello antico e contemporaneo, di pittura, scultura, fotografia, architettura, design e musica di ogni genere e stile, si occupa anche della ricerca di nuove forme d'arte e di chi ne è l'artefice.

6 COMMENTI

  1. Ormai si specala su tutto ciò che riguarda i QUEEN e Freddie Mercury
    Adesso anche il libro delle ricette preferite dal Freddie. Ma un po di vergogna no?
    Che tristezza.

  2. Caro Simone, se fossi ben informato sapresti che il libro nella sua prima edizione e’fuori da alcuni anni, e ricalca le ricette che Joe Fannelli e Peter Freestone poi in qualità di chef di Garden Lodge fecero in occasione di ogni cena e per ogni amico invitato ospite da Freddie. Il libro e’condito da molti aneddoti divertenti e parla di Londra anche e dei ristoranti preferiti di Freddie. E molte canzoni e idee fatto della vita del cantante sono nati a tavola o circostanze come queste. Non credo che tu sia un fan e uno studioso della vita di Mercury. In realtà del libro di ricette era stata avallata dallo stesso Mercury negli ultimi anni di vita. Joe Fannelli partner alla fine degli anni 70 del cantante e poi chef a Garden Lodge aveva anch’egli scoperto di essere malato terminale di Aids. Forse per un discorso di vicinanza e incoraggiamento Mercury spinse Fannelli a creare un manoscritto delle cene con la promessa di fare le foto ai piatti con tutti i servizi da tavola, spesso di Meissen del 1700 che aveva comprato in giro per le case d’asta nel corso della vita. Alla mia morte sarebbe stato un bestseller no? Pensava Mercury. Pensando alla salute dell’amico della sua cerchia e un possibile reddito per le cure oltre il lascito che gli aveva messo sul testamento. Purtroppo Fannelli morì nel 1992. Solo molti anni dopo Peter Freestone riprese in mano quegli appunti dell’amico e riusci’a scriverlo grazie a David Evans uno dei pochi ammessi alle cene di Garden Lodge e ospite di quelle cene. Quindi e’un libro che va al di là dello showman e scava nel privato aiutandoci a capire chi era Freddie come persona. Molto interessante! Spero di aver portato un po di sole nella tua tristezza,)

  3. La più bella emozione è stata suonare con la mia band al Freddie Mercury Memorial Day di Montreux, davanti alla statua di Freddie nel 2013, fummo scelti da Freestone.
    La giusta location, serata bellissima..

  4. Penso tu abbia ragione.Freddie era Freddie, il suo tempo si è fermato con la sua tristissima fine e solo una cosa può restituirla noi, oggi, come lui stesso, immagino, avrebbe voluto: con la sua musica che è eterna ed è la sua anima.

  5. C’è la versione del libro delle ricette in italiano perché sarei interessata all’acquisto altrimenti lo dovrò comprare in inglese

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome