Musica live. Il settore è in crisi, ma ripartire si può

0
OTR Live
@Simone Cecchetti

Che non sia un periodo facile per la musica live magari è banale dirlo. Però è vero che bisogna fare dei distinguo: c’è chi ha ha tirato subito i remi in barca, e chi ha provato a ripartire. Di solito agenzie medie e piccole, alle quali bisogna riconoscere di aver avuto coraggio e – pur tra mille difficoltà – di aver vinto la scommessa.

Una di queste si chiama OTR Live, è stata la prima e quella che con più convinzione ha provato a ripartire. Quasi tutti gli artisti che rappresenta hanno ripreso a suonare dal vivo. Certo, in spazi ridotti, con tutti i problemi dovuti alle misure di sicurezza che bisogna rispettare, autoriducendosi i compensi. Ma Diodato, Alex Britti, Daniele Silvestri, Ghemon, Colapesce/Dimartino, Max Gazzé, Irene Grandi (giusto per citarne alcuni) hanno fatto concerti e altri ne faranno nei prossimi mesi.

Oggi OTR Live ha diffuso un comunicato che riportiamo integralmente: «Siamo nel pieno di un’estate diversa, di certo impegnativa, un’estate che abbiamo dovuto immaginare in un momento in cui quasi nessuno pensava fosse possibile. E invece ci siamo fatti trovare pronti a ripartire, non solo per garantire il diritto al lavoro di tantissime maestranze, ma anche per tornare a offrire momenti di socialità e di gioia, emozioni che insieme al pubblico abbiamo condiviso in sicurezza, rispettando le regole che ci erano state date. Non siamo stati gli unici e siamo felici di vedere che il mondo della musica sia riuscito a non fermarsi del tutto, a trovare soluzioni lì dove pochi mesi fa si intravedevano solo enormi e gravi problemi. Questa è senza dubbio la nostra forza. 

Siamo abituati a gestire i flussi di pubblico, fa parte del nostro lavoro, sappiamo come farlo. La sicurezza è uno dei tanti standard che ci vengono richiesti, non solo in tempi di pandemia. Il pubblico, al contrario di quello che è successo nelle discoteche, in questo ci ha aiutati, andando incontro a una serie di accortezze che però hanno consentito a tutti di riconquistare qualche spazio di normalità dopo i difficili mesi che abbiamo vissuto. I volti felici ed emozionati degli artisti sul palco, la gioia negli occhi del pubblico, la compostezza e l’impegno degli addetti ai lavori, il fatto che le distanze e le regole non abbiano intaccato la carica emotiva della partecipazione. Tutto questo è un capitale emotivo che ci ricorda che non siamo solo numeri, siamo una comunità che in questo momento difficile si è dimostrata solida, competente, attenta. 

Continueremo ad andare avanti nel rispetto delle regole, i palchi continueranno a suonare, il pubblico che ha dimostrato di essere perfettamente all’altezza dell’impegno che questo momento richiede potrà continuare a gioire e ad emozionarsi, e noi con loro. Perché questa estate è un piccolo miracolo e ne stiamo godendo tutti in egual misura, sopra e sotto il palco. Il settore potrà andare avanti se ci sarà concertazione tra le istituzioni e gli addetti ai lavori, solo questo scambio potrà garantire che di fronte a regole sostenibili gli operatori e il pubblico possano fare la loro parte e la musica non si fermi».

OTR Live
@Simone Cecchetti

Tra i tanti che sono tornati a calcare le scene, ecco un elenco (molto incompleto) di musicisti rappresentati da management diversi da OTR Live: PFM, Nomadi, Elisa, Francesco Gabbani, Tosca, Brunori Sas, Renzo Arbore, Marco Masini, Gnu Quartet, Le Vibrazioni, Francesca Michielin, Marlene Kuntz, Raphael Gualazzi, Mauro Ermanno Giovanardi, Enrico Ruggeri, Nek, Elodie, Willie Peyote, Modena City Ramblers, Vittorio De Scalzi, Samuel, Vinicio Capossela.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Massimo Poggini
Massimo Poggini è un giornalista musicale di lungo corso: nella seconda metà degli anni ’70 scriveva su Ciao 2001. Poi, dopo aver collaborato con diversi quotidiani e periodici, ha lavorato per 28 anni a Max, intervistando tutti i più importanti musicisti italiani e numerose star internazionali. Ha scritto i best seller Vasco Rossi, una vita spericolata e Liga. La biografia; oltre a I nostri anni senza fiato (biografia ufficiale dei Pooh), Questa sera rock’n’roll (con Maurizio Solieri), Notti piene di stelle (con Fausto Leali) e Testa di basso (con Saturnino) e "Lorenzo. Il cielo sopra gli stadi". Ultimo libro uscito: "Massimo Riva vive!", scritto con Claudia Riva.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome