20 agosto 1958, nasce David O. Russell

0
David O. Russell

“giro ogni film e ogni scena come se fossero i miei ultimi”

David Owen Russell, regista di “quasi” culto, anche se da qualche anno in stand-by. I suoi primi film, sempre molto ben accolti dalla critica (e, particolare molto importante, molto apprezzati dagli attori) non riescono a uscire da una certa nicchia, incluso Three kings (1999), film sulla prima guerra in Iraq con George Clooney (ancora non famosissimo) e Mark Wahlberg, e I love Huckabees (2004, il titolo in realtà ha l’iconcina del cuore a sostituire la parola “love”, ma sulla tastiera non c’è).

Il film della svolta è del 2010 (a 52 anni), quando con The fighter riesce a conquistare nomination agli Oscar in tutte le principali categorie, incluse le 4 riservate agli attori, cosa che riuscirà a ripetere per altre due volte (!); si ripete, infatti, nel 2012 con Il lato positivo, prima collaborazione con Bradley Cooper, Jennifer Lawrence e Robert De Niro; e nel 2013 con American hustle,nel quale mette assieme i suoi 4 attori preferiti. Del 2015 invece è Joy, film che ripropone Jennifer Lawrence, ormai la sua musa, ad oggi il suo ultimo lungometraggio.

Regista che predilige film corali, raccontati, con scene cariche emotivamente (a volte pure troppo, come affermano i suoi detrattori), mai lineari, e nei quali l’attore venga valorizzato spingendolo sempre oltre il limite (spesso lascia che improvvisino), una delle voci più caratteristiche dell’attuale panorama di Hollywood. Sul suo stile, afferma: «non penso di dover “mandare un messaggio… sono più interessato alle persone».

Altre ricorrenze

  • 1937, nasce Andrei Konchalovsky, regista de Il leone d’inverno e I diffidenti
  • 1974, nasce Amy Adams, attrice di The fighter e American hustle
  • 1981, nasce Ben Barnes, attore di Dorian Gray e Le Cronache di Narnia
  • 1983, nasce Andrew Garfield, attore di The amazing Spiderman e Non lasciarmi

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome